#Android / The End Of The World di Sean Wenham – Recensione

Mirko Tommasino

La metabolizzazione di un lutto emotivo passa attraverso fasi diverse per ognuno di noi. Non si tratta di vere e proprie scelte consapevoli, perché sarebbe vero solo in parte, possiamo però affermare che si tratti di un percorso che, a suo modo, è inevitabile che segua la sua strada.

The End Of The World di Sean Wenham è un gioco a scorrimento orizzontale tanto semplice quanto significativo. Un uomo si muove attraverso un mondo dipinto con poche pennellate, che lasciano trasparire un forte senso di degrado ed abbandono. Qui, il protagonistà passerà attraverso veri e propri quadri in cui, attraverso alcuni oggetti con cui interagire, rivivrà soggettivamente la sua storia d’amore passata.

Lo scorrimento orizzontale permette al giocatore di scegliere sempre tra due strade da percorrere, specialmente nel capitolo finale del gioco, in cui avrà la libertà di scegliere che colore dare all’intera storia. Una colonna sonora emotivamente conivolgente e la totale assenza di dialoghi rendono l’esperienza totalmente soggettiva, dando in ogni momento la libertà d’interpretazione oltre che di movimento.

Scaricabile gratuitamente dal play store, impegnerà non più di un’ora del vostro tempo, dando un significato differente a quei minuti appena trascorsi.


Comments are closed.

Caricando...