#ARFestival / Hugo Pratt: Incontri e Passaggi

Mirko Tommasino

Sono uscito poco fa dalla mostra monografica dedicata a Hugo Pratt organizzata dall’ARFestival in collaborazione con il Napoli Comicon alla Pelanda (MACRO Testaccio), visitabile dal 29/04 al 24/05.

Questa esibizione è un vero e proprio atto d’amore nei confronti del fumetto. Si tratta di qualcosa che per essere compresa deve essere visitata dal vivo. Nonostante non sia un autore, sono stato talmente catturato dalla bellezza delle tavole esposte da non riuscire ad andar via in tempi brevi. Ho percorso più volte la mostra da cima a fondo, osservando con cura ogni singola tavola, senza accorgermi dello scorrere del tempo. Non riuscivo a smettere di osservare una tale bellezza.

Raccontare Hugo Pratt attraverso i disegni e (pochi) testi di contorno è stata una scelta decisamente azzeccata, perché ha permesso al visitatore di restare calato in quel mondo meraviglioso, senza sosta. Personalmente ho scoperto nuove informazioni sull’autore, comprendendo meglio alcune scelte che ha compiuto nei confronti dei temi trattati e ho visto dal vivo, per la prima volta, i suoi acquerelli (che mi hanno letteralmente tenuto incollato alle tavole).

Prima di andar via, ho scambiato poche parole con Mauro Uzzeo, uno degli organizzatori della mostra e dell’ARFestival stesso. Mi ha colpito molto la spontaneità con cui mi ha accolto, trasmettendomi in quei pochi minuti la sua felicità, legata alla consapevolezza di aver compiuto un lavoro davvero valido.

Mi ha parlato dell’esperienza legata allo scorso ARFestival, della naturalezza con cui è partita questa collaborazione tra l’evento romano e il Napoli Comicon che ha portato alla realizzazione di questa monografia, di quanto (con gli altri responsabili) abbia desiderato fortemente il catalogo della mostra edito da Rizzoli Lizard (veramente bello e completo, oltretutto). In parole povere, mi ha mostrato quanto sia bello e soddisfacente amare il proprio lavoro.

Personalmente, dopo aver visto cosa l’organizzazione è stata in grado di allestire in questa occasione (con le proprie mani, sotto qualsisi punto di vista), non vedo l’ora di vederli all’opera durante i tre giorni di ARFestival 20/21/22 Maggio sempre presso La Pelanda (MACRO Testaccio).

Nel frattempo, li ringrazio personalmente per avermi dato l’opportunità di vivere un’esperienza così bella. Buon lavoro e buona fortuna per tutto!


Comments are closed.