#Arrow / 5×11 – Second Chances

Redazione Geek Area

La vendetta e la redenzione sono due temi che in Arrow sono presenti fin dalla prima stagione. Vere forze motrici non solo di Oliver ma anche di molti suoi antagonisti.

Una puntata sottotono questa, che risolve (forse in maniera troppo frettolosa) la questione della legacy di Canary. A prendere il suo posto è un ex poliziotta di Central City, Dinah Dark, che l’esplosione dello S.T.A.R. Labs ha trasformato in una meta capace di un Urlo di Canarino potentissimo.

Destino, cerca di vendercelo così il team freccia. Coincidenza troppo forzata la giudica il sottoscritto.

Altra coincidenza narrativa, che in questo caso mette una pulce enorme nell’orecchio dello spettatore, è l’aiuto inaspettato che Felicity riceve per scagionare Diggle. Aiuto inaspettato (e simpatico) che tenta la nostra hacktivist con il suo passato da hacker professionista arrabbiata con il mondo.

Qual’è la pulce nell’orecchio? Troppe persone sembrano sapere troppe cose. E non parliamo solo del passato di Felicity e delle sue indagini nel dark web. Nella precedente puntata abbiamo visto Prometheus entrare nelle celle dello S.T.A.R. Labs e liberare Black Siren. Come fa questo antagonista a essere così bene informato? Forse la sua identità non è quella che pensiamo, forse (ed è una semplice ipotesi) quando la maschera di Prometheus verrà strappata faremo tutti un balzo dalla sedia.

P.S.
È incredibile quanto diventino utili oggetti semplici come un post-it quando sei un velocista.

P.P.S.
Invidia profonda per Rene che riesce ad avere un fisico da lottatore di MMA con lo schifo che mangia. Forse è il suo potere metaumano


Comments are closed.

Caricando...