#Arrow / 5×16 – Checkmate

Luigi De Meo

Adrian Chase, il procuratore distrettuale che Oiver considerava un amico e alleato, si nasconde sotto la maschera di Prometheus. Deciso a distruggere Oliver rapisce Susan e la tiene prigioniera tenendo in pugno Green Arrow.

Che grande episodio. Finalmente Adrian Chase gioca a carte (e viso) scoperto con il Team Arrow, confermandosi forse l’avversario peggiore incontrato finora. Ras, Slade e Damien erano malvagi e intelligenti ma non erano anche dei sociopatici totali, avevano delle convinzioni, degli ideali e dei limiti (e secondo Oliver anche l’onore nel caso di Ras, cosa di cui non sono convinto). Adrian no, ha solo il suo obbiettivo finale, e se qualche ostacolo si posa sul suo cammino lui lo rimuove (volete la prova? Guardate la puntata). Il comportamento di Adrian comincia a far pensare che la vendetta sia solo una mera scusa per fare del male ad Oliver. Una volta finito con lui cercherà qualcun’altro da distruggere.

Dall’altro lato della barricata Felicity si rivela la vera delusione emotiva. La sua discesa nell’antro della bestia, l’Helix, non solo l’allontana sempre di più da Oliver ma siamo sicuri che neppure lei si rende conto di con chi ha a che fare. Si vergogna di quello che sta facendo, ma cerca di giustificarsi dicendo che lo fa per aiutare i suoi amici. Dov’è il candore e l’innocenza di Felicity?

Per una volta i flashback sulla Russia sono al livello del resto della trama. Non si può che provare affetto per Anatoly, vero mentore di Oliver della quinta stagione (lo ascoltasse una volta ogni tanto sarebbe una grande conquista)


Comments are closed.