#Arrow / 5×21 – Honor Thy Fathers

Redazione Geek Area
Se è vero che i peccati dei padri ricadono sui figli non c’è più grande peccatore di Oliver Queen.
Prometheus compie un nuovo tentativo di screditare il sindaco di Star City mandandogli via posta un cadavere chiuso in un pilone di cemento. Un cadavere che si scopre essere quello di un consigliere comunale ucciso da suo padre.
La più sconvolta dei due rampolli Queen è ovviamente Thea (bentornata!) che sembra digerire molto male la scoperta che anche il suo terzo genitore sia un assassino (dopo Merlyin e sua madre). Il tema centrale della puntata è ovviamente essere padre e la paternità in generale non solo quella del padre di Oliver, un padre cioè che per il bene dei figli è disposto anche a compiere azioni che lo tormenteranno, ma anche figure paterne che preferiscono allontanarsi dai propri figli convinti di essere un problema per la loro crescita. Parliamo di Renee che rinuncia a combattere per riavere sua figlia dopo averci illuso nelle puntate precedenti e aver illuso Quentin Lance.
Dopo tanti trucchetti e trappole da cattivo di 007 rivediamo anche Prometheus in combattimento, contro un Green Arrow di nuovo nei suoi panni e più rabbioso che mai, e che a giudicare dalla faccia che fa quando viene catturato ha in serbo per il finale un ultimo colpo mortale per l’arciere di smeraldo ( e se avete un minimo seguito i rumors dell’ultimo mese forse avete già un’idea generale su cosa voglio fare). Non ho intenzione di fare spoiler ma posso dirvi che c’entra una certa persona orba di un occhio.
Una puntata piuttosto lenta e introduttiva agli eventi del finale di stagione ma comunque gradevole che serve soprattutto a far nascere curiosità su come andrà a finire il duello mortale tra Adrian e Oliver

 


Comments are closed.

Caricando...