#BaoPublishing / Finisco di contare le mattonelle – Recensione

Francesco Sinisi

Chi l’ha vissuto, lo sa bene: ai campi scout, tra il suono delle chitarre, il canto degli uccelli, lo scintillio delle fiamme dei fuochi tra le ombre degli alberi, si stringono amicizie durature, nascono amori indimenticabili, esperienze che ti rimangono comunque per sempre nel cuore.

 

È quello che succede a Chiara, la simpatica protagonista di Finisco di contare le mattonelle, lavoro di esordio della fumettista Elisabetta Romagnoli per la Bao Publishing. Inserito nella collana Le città viste dall’alto della casa editrice milanese, questo romanzo grafico racconta l’amore di Chiara per Matteo, conosciuto quando ancora erano piccoli. Amore che lui non ha mai ricambiato e che lei, ormai donna di mondo coerente e caparbia, decide di riproporgli tredici anni dopo, raggiungendolo a Barcellona dove lui vive e lavora, single e in carriera, magari anche solo per dimostrargli che l’avrebbe meritato, che sarebbe stata alla sua altezza.

 

Come finirà questa breve ma intensa avventura nella città spagnola? Al di là dei tre possibili finali proposti dalla stessa protagonista, Chiara potrà chiudere un capitolo della sua vita e andare avanti, oltre le mattonelle che la separavano da Matteo, novella Dorothy sulla strada di mattoni gialli, da Oz verso casa.

Ci sono molte cose che colpiscono di questa pregevole prima opera a fumetti della Romagnoli: la leggerezza delle parole di Chiara, la sua simpatica autoironia, lasciano spazi equilibrati a momenti di profonda e commovente riflessione; la costruzione di una storia in teoria semplice, è sviluppata su una serie ben fatta di flashback e finali aperti; e ultimo, ma forse più impressionante a mio avviso è l’apparato grafico a tinte pastello, dalla gabbia evanescente, molto vicino all’illustrazione che gioca egregiamente su una visione nuova e in uno scambio tra linee e colori di leggerezza e matericità, dove spesso i volumi sono appena accennati, ricorda proprio le architetture della bellissima Barcellona di Gaudì.

Un’opera fresca, nuova, vera e mai scontata. La storia di un amore, di una donna lungo un percorso di mattonelle alla scoperta di se stessa.


Comments are closed.

Caricando...