#Baopublishing / Fottuti Musi Verdi a Chi? – Recensione

Flavia Bazzano

Tra le novità presentate da Bao Publishing a Lucca Comics &Games 2017 c’è Fottuti Musi Verdi A Chi, di Jacopo Paliaga e French Carlomagno, colori di Adele Matera. In attesa di Addio Fottuti Musi Verdi, loro primo, attesissimo, lungometraggio, i The Jackal bruciano le tappe con un fumetto che è uno spin off della pellicola.

L’eroico Tenente Ruzzo Simone, un misto tra Kurt Russel e Snake di Metal Gear Solid, è alle prese con i musi verdi, la razza aliena che preso il controllo della Casa Bianca. Già da tempo gli extraterrestri hanno pianificato l’invasione, ma un nemico ancora più micidiale minaccia la sopravvivenza del pianeta. Accompagnato da una fedele compagna olografica e un’improbabile spalla comica presidenziale (decisamente arancione), il Tenente Ruzzo scoprirà i misteri del protocollo 4 luglio e sfiderà le insidie che minacciano la trama stessa della realtà.

Gli irriducibili fan dei The Jackal non saranno delusi: il fumetto è ricco di gag familiari, centellinate con attenzione, in modo tale che anche i tormentoni più celebri risultano ben integrati nella narrazione. Tantissimi rimandi alla cultura pop arricchiscono la schiera di presenze che popolano i caotici Stati Uniti, aggiungendo allo humour una punta di assurdità. Nonostante la prevalenza degli elementi comici, FMVAC riesce a mantenersi a tutti gli effetti una storia d’azione coerente con l’immaginario dei film di fantascienza apocalittica.

Un piccolo extra: chiudono il volume interviste, concept e altri contenuti dal backstage del film. Un accorgimento che di sicuro invoglierà il lettore a passare dalla carta al video.

Fottuti Musi Verdi A Chi? è un’avventura spassosa, non pretensiosa, e godibile anche da chi non ha mai seguito The Jackal, forse una buona occasione per iniziare. “Addio fottuti musi verdi” uscirà nelle sale a partire dal 9 novembre.

  • € 17.00

Comments are closed.

Caricando...