#BAOPublishing / MaxWinson: la condanna della vittoria

Fabrizio Mancini

Ho iniziato a leggere che saranno state le 20 circa… la mia ragazza mi chiama e io rispondo: – Sì, un attimo..vedo solo i disegni e arrivo – Bene. Sono rimasto a leggere per altri 40 minuti prima che riuscissi a scollarmi da questa storia bellissima.

Eppure sono sicuro che se ora vi dicessi che parla di un ragazzone imbattibile a tennis, sbarbato e coi capelli a forma di stella come Lisa Simpson, qualche dubbio potrebbe venirvi sulla storia, o sulla mia capacità di intendere.

Fidatevi sono sanissimo, e la storia è una fiaba delicata e sensazionale.

Max è un immaginario superuomo in grado solo di schiacciare i propri avversari, scevro da tante superficialità materiali odierne, perseguitato dalla malinconia della vittoria. Assistito dal suo maggiordomo come una sorta di Alfred. Tiranneggiato dal padre-allenatore, ossessionato dalla vittoria perfetta. Il mondo è tutto (o quasi) ai suoi piedi. Sono tutti pazzi per gli infiniti successi di Max, a cui si aggrappano per dimenticare le difficoltà della vita, tanto che solo l’idea di vederlo giocare li rinvigorisce e li sprona a dare di più. Un culto della persona mostruoso.

Max avrà a che fare con l’immagine di se stesso, lasciando tutto il mondo col fiato sospeso. Non vi dico altro perché dovete subito leggere questo fumetto.

Jérémie Moreau unisce una narrazione ritmata e scorrevolissima ad immagini maestosamente idilliache senza usare una goccia di colore. La scala dei grigi è semplicemente perfetta.

Siamo di fronte ad un vero capolavoro.

Comunque sono le 23.31, ho finito di leggere 20 minuti fa. Ho anche avuto una lunga cena, visto che non sono a casa mia. Comprenderete che questo fumetto mi ha decisamente preso.

Max Winson è edito da Bao Publishing al prezzo di 23 €. Nel volume troviamo i due capitoli: La Tirannia e Lo Scambio.


Comments are closed.