#BaoPublishing / Paper Girls #2, di Brian K. Vaughan e Cliff Chiang – Recensione

Mirko Tommasino

Dopo sei mesi dall’uscita italiana del primo volume (edito da Bao Publishing), torniamo a parlare di Paper Girls, di Brian K. Vaughan (Saga) e Cliff Chiang (Greendale), con l’uscita del secondo volume. Mollati gli ormeggi sicuri degli anni ottanta, esplorati ampiamente nel primo volume, le protagoniste della storia si trovano improvvisamente catapultate nel ventunesimo secolo (più precisamente nel 2016).

Continuano a cercare la loro amica, mentre il nostro presente viene invaso da misteriose entità (in parte già viste nel primo volume) che minacciano la realtà per come la conosciamo. Il presente, per come viene mostrato al lettore, è fonte di continua meraviglia e stupore negli occhi delle ragazzine che, soprattutto nel rapporto con la Erin del 2016, esplicitano più volte la loro diffidenza nei confronti del mondo. Attraverso il meccanismo straniante, assistiamo ad una sottile critica del nostro presente, che passa dall’aspetto macroscopico della società americana al microscopico della vita quotidiana.

Proprio su Erin e sulla sua doppia (e non solo) vicenda personale si andrà a focalizzare la narrazione di questa parte della storia. Senza cadere nella facile trappola dei paradossi temporali, Vaughan racconta il legame tra le due Erin come fosse quello di qualsiasi coppia di sorelle, con semplicità e naturalezza, nonostante i presupposti assolutamente fuori dall’ordinario, facendo realizzare a Chang alcune tavole emotivamente intense per contenuti e forma.

Nel frattempo la storia prosegue, entrano in gioco nuovi personaggi e le posizioni trovano un nuovo equilibrio, frutto di una scelta tanto sofferta quanto naturale. Si scoprono nuovi retroscena legati alla vita delle altre protagoniste e, nuovamente, viene messa altra carne al fuoco, senza chiudere le domande poste nel capitolo precedente.

In conclusione, il secondo volume di Paper Girls muta il linguaggio espressivo per comunicare diversi contenuti. Se prima lo spirito di amicizia e di appartenenza che legava le ragazze era stato sviluppato sulla falsa riga dei film per ragazzi degli anni ottanta, ora il tema fantascientifico fa da padrone, sviluppando la crescita dei personaggi coinvolti attraverso l’accettazione di sé stessi a cavallo delle varie fasi della vita.

Edito da Bao Publishing è disponibile sia in edizione cartacea, sia in digitale sull’app Verticomics.

In questo secondo volume della saga di viaggi temporali di Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, le nostre ragazze giornalaie si ritrovano catapultate dal 1988 al 2016, e devono trovare qualcosa chiamato la Quarta Piegatura per avere una speranza di ritrovare KJ, la loro amica scomparsa in seguito alle ferite riportate nel primo volume. Rivelazioni su cosa sta succedendo al mondo, nuovi alleati e nuovissimi interrogativi su dove gli autori stiano portando questa intrigante serie di fantascienza e amicizia rendono il secondo volume di Paper Girls un must per ogni amante del buon Fumetto.

 

Paper Girls Volume 2
  • Autori: Brian K. VaughanCliff Chiang
  • Genere: Il tempo è come un origami
  • Pagine: 128
  • ISBN: 978-88-6543-823-7
  • Formato e rilegatura: Cartonato 17 x 26
  • Data di pubblicazione: 09/02/17
  • Stato: Disponibile
€ 18.00

Comments are closed.