#BaoPublishing / Un anno senza te, di Luca Vanzella e Giopota – Recensione

Mirko Tommasino

Metabolizzare un lutto emotivo è qualcosa che, prima o poi, tutti siamo costretti a compiere. Una separazione improvvisa mina la nostra stabilità, facendoci porre diverse domande su noi stessi e sul rapporto appena terminato (sia esso familiare, d’amore o d’amicizia), mostrandoci, almeno in parte, la persona che saremo da quel momento in avanti.

In amore è difficile che una separazione sia realmente consensuale, Luca Vanzella e Giopota lo sanno bene. In Un anno senza te, edito da BAO Publishing, gli autori mostrano un anno di vita di Antonio, partendo dalla chiusura della storia con Tancredi che, seppur durata poco, ha lasciato un solco profondo nella sua vita.

Chi ci è passato sa bene che non è tanto il quanto ma il come a rendere una storia più o meno importante. Per questo motivo, tutti i sentimenti ambivalenti che investono le giornate di Antonio come un fiume in piena vengono compresi in modo diverso da chi gli gravita attorno: i suoi coinquilini. Bologna, ambientazione interattiva di una storia che, raccontando un legame spezzato, fa dei ricordi legati a posti particolari il pane quotidiano della nostalgia.

Nonostante il tema tutt’altro che felice, gli autori riescono a raccontare la storia con una leggerezza incredibile.Più Antonio si lascia andare, scendendo verso il mostro della depressione e della solitudine più cupa, più la realtà attorno a lui si fa colorata e viva. Ogni momento di isolamento, ogni nuovo legame emotivo ed ogni “ricaduta” vengono trattati con l’onestà e il rispetto che meritano, senza enfatizzare le emozioni, lasciandole naturali nella loro semplicità.

La parola chiave del volume è onestà: nei confronti di sé stessi (prima di tutto) e di chi ci sta intorno. Un’onestà che rende facile spostare la narrazione su un binario surreale, con flashback che interagiscono in modo diretto con il presente ed elementi fantastici molto originali, che restituiscono ancor di più quel clima assolutamente fuori dal mondo che aleggia attorno a chi, per diverso tempo, davvero si sente un outsider della vita quotidiana.

Un anno senza te è una cronistoria emotivamente coinvolgente e mai melensa di un anno di vita di un uomo che, con molto impegno, cerca qualcosa, ma non sa bene cosa. Nuove conoscenze, nuovi ambienti, nuove situazioni. Ma anche vecchie paure, insicurezze ed abitudini che non vanno via facilmente. Cosa accadrà ad Antonio nei primi dodici mesi della sua nuova vita?

Mostra a tutto tondo una quotidianità, fatta di cose belle e meno belle, che nel suo insieme rappresenta un percorso di crescita non indifferente. I disegni e (soprattutto) i colori di Giopota valorizzano molto bene una storia ben costruita, un mondo in equilibrio tra reale ed immaginifico, senza mai trascurare la leggibilità di quanto mostrato. Allo stesso modo, il font di Luca Genovese ha reso ogni nuvola molto chiara, con un lettering ben comprensibile anche a dimensioni ridotte.

Il volume è disponibile in versione cartacea al prezzo di 20€, in digitale (su VERTICOMICS) a 10.99€. È possibile acquistare qui entrambe le versioni ad un prezzo scontato.

Acquista su Amazon.it


Comments are closed.