#CuriositàDaOscar / Un attore magnetico

Fabrizio Mancini

Domhnall Gleeson è un perfetto irlandese, capelli e barba rossi, occhi verdi e nome impronunciabile, non si può negare. È altro che mi ha colpito. Questo attore, che solo 5 anni fa interpretava Bill Weasley nella saga di Harry Potter, il più sconosciuto della famiglia, si presenta con un 2015 spaventosamente “Oscar”.

Tutti i film a cui ha preso parte, con ruoli di rilievo o secondari, sono candidati all’ambita statuetta. A partire da Ex Machina (che abbiamo recensito tempo fa), meraviglioso fanta-thriller dal sapore asimoviano, proseguendo per il dramma Brooklyn, piccola perla sui migranti irlandesi in cerca di un futuro in America, Star Wars VII che non ha bisogno di presentazioni ed infine Revenant, un western (non me ne voglia Iñarritu ma è così) tra il classico e il moderno.

Quattro film per un totale di 22 nomination. Un vero portafortuna per ogni produzione. Tuttavia, come per ogni buona teoria, serve una prova per dimostrarla, dunque staremo a vedere la notte del 28 Febbraio quando l’Academy consegnerà le statuette. Anche se non direttamente candidato è evidente che ci sono ottime possibilità di festeggiare.

In fondo la mia è solo una blanda statistica e forse sto esagerando nel mitizzare e fantasticare su tali argomenti.

Alla fine non è con le statistiche che si vince un Oscar, Di Caprio ne sa qualcosa.


Comments are closed.