#DCComics / Miller Strikes Again

Daniele D'urso

Quella vecchia volpe di Frank Miller non smette mai di sorprendere…

Potrebbe essere tranquillamente questo il titolo dell’articolo che sto per scrivere, perché no?!

Ma ho preferito qualcosa di più anglofono, sapete forse rende meglio l’idea.

Ebbene signori mai frase fu più vera, perché il fumettista più famoso di tutti i tempi, secondo solo ai decani della Golden Age Stan Lee e Bob Kane non tipi a caso, (non ditelo però ad Alan Moore!) ha deciso ancora una volta di lasciarci senza parole.

Come molti sanno Frank Miller è famoso per diverse  opere che sono rimaste nel firmamento del fumetto, solo per citarne alcune Sin City e 300, ma forse la più rappresentativa di tutte e universalmente riconosciuta come l’opera più bella mai realizzata sul vigilante di Gotham è  Il Ritorno del Cavaliere Oscuro (The Dark Knight return) uscita nel lontano 1986.

A questo primo capitolo dopo ben 15 anni seguirà un secondo edito nel 2001, Il Cavaliere Oscuro Colpisce Ancora (The Dark Knight Strikes Again), che ha riscosso un discreto successo sia da parte dei lettori sia da parte della critica.

Veniamo ai giorni nostri: tra meno di una settimana, il 25 di questo mese, Miller porterà a compimento la sua trilogia con l’aiuto di uno dei fumettisti più bravi del nuovo corso, Brian Azarello, non uno qualunque, ma lo sceneggiatore del Joker dal quale persino Heath Ledger ha preso ispirazione per la sua parte poi premiata postuma con l’oscar, il titolo sarà The Dark Knight III The Master Race, ancora inedito in Italia. Non perdetelo per nulla al mondo, è l’evento dell’anno in casa Dc e si parla di un numero così importante che in America uscirà con una ventina di copertine diverse.

Fino ad ora tutto a posto, allora qual è il punto?

Beh Miller, quella vecchia volpe, ha deciso di farci un altro regalo perché udite udite… nel 2016 uscirà The Dark Knight IV, il seguito di Master Race, che a quanto pare non finirà con un unico ciclo narrativo e vedrà il genio americano nuovamente in solitaria a mettere mano al progetto che lo ha visto quasi trent’ anni fa lanciato nell’olimpo del fumetto mondiale.

E allora Frank noi non possiamo che augurarti buona fortuna, mille o Miller (fate voi) di questi Dark Knight….tanto noi mica ci stanchiamo a leggerli!


Comments are closed.