#DCComics / Svelato “White Knight” il lavoro di Sean Gordon Murphy su Batman

Lorenzo Cardellini

Dopo una straziante attesa la DC ha finalmente annunciato il lavoro dedicato a Batman su cui l’eccezionale Sean Gordon Murphy sta lavorando da diverso tempo.

La storia, scritta e disegnata da Murphy, si intitolerà “White Knight” e si classifica sin da subito come qualcosa di particolare oltre che estremamente affascinante. Si tratterà, ovviamente, di un Elseword ma l’incipit presentato dallo stesso autore è intrigante.

Vedremo una Gotham City estremamente reale nella sua grottesca forma dove “l’ordine naturale” delle cose è stato completamente sovvertito. A difendere la città sarà infatti il Joker, mostrato sotto una luce completamente nuova ed autoriale, apparentemente sano ed accompagnato da un’altrettanto retta Harley, intenti a fronteggiare la piaga che ammorba la città, Batman.

L’autore ha detto al riguardo:

Il mio obiettivo era quello di eliminare la classica retorica comica rendendo Gotham una città reale e non fumettistica, dove si può trovare di tutto, dallo slogan Black Lives Matter al crescente divario salariale. Tuttavia piuttosto che scrivere un fumetto sul grande divario che attanaglia le classi ho preferito dare questi ideali al Joker, il quale porta avanti una sorta di guerra mediatica contro l’élite di Gotham, conquistando persone e consensi con i suoi ragionamenti e la sua retorica. È affascinante pensare che il crimine possa essere fermato con i pugni ma la soluzione pratica e reale è molto distante da tutto ciò: serve istruzione, aumento dei salari e fiducia nella costituzione. La sottile linea su cui Batman oscilla tra “nobile vigilante ” e “fanatico oppressore” è destinata a muoversi seguendo i cambiamenti della nostra società. La mia storia su Batman rende accettabile avere una cotta per il Joker”

Murphy ha poi continuato dicendo:

Sappiamo che il Joker è un vero genio, sappiamo che è inarrestabile e sappiamo che è in grado di aizzare la folla, quindi perché non renderlo un politico? Perché non eliminare la psicosi che lo attanaglia e lasciarlo affrontare Batman senza impedimenti? E, per rendere il tutto ancora più spaventoso, cosa accadrebbe se lo facesse all’interno della legalità, senza infrangere le regole, in modo che Batman non possa fermarlo? Vedendo Gotham con occhi sani per la prima volta, ora che la sua psicosi è stata curata, comincia a comprendere le assurdità del vigilantismo e come le azioni di Batman stiano alimentando l’infinito circolo di criminalità che attanaglia la città stessa. Joker decide di sconfiggere Batman diventando il Cavaliere Bianco di cui Gotham ha davvero bisogno. Frank Miller lo ha modellato sulla base di David Bowie, Christopher Nolan lo ha caratterizzato come un sociopatico controllato. Io vedo il Joker come Don Drape.

Le premesse sono quindi eccellenti, oltre che tremendamente affascinanti. L’opera debutterà il prossimo 4 ottobre. In calce vi lasciamo le prime anteprime mostrate:


Comments are closed.

Caricando...