#DCsLegendsofTomorrow / 02×05 Compromised

Daniele D'urso

Nuovo appuntamento settimanale con DC’s Legends of Tomorrow e i loro viaggi nel tempo. In quest’episodio si parte alla volta degli anni ottanta, più precisamente nel 1987, teatro del nostro viaggio è la capitale americana dove i nostri avventurieri dovranno destreggiarsi per far si che gli accordi di disgelo tra Stati Uniti e Russia non saltino a causa di una vecchia conoscenza: Damien Darhk.

L’action, finalmente, si prende le tanto desiderate luci della ribalta con qualche piccola parentesi sentimentale meno accennata rispetto agli episodi precedenti, Martin e la sua versione giovane giocano al maestro e all’allievo, mentre Amaya ritrova un vecchio alleato. Il team Mick-Ray vince con largo anticipo il premio al miglior duo divertente/male assortito dello show, mentre Sara che ormai si è lasciata alle spalle la sua furia omicida dimostra una crescita emotiva inaspettata.

La narrazione risulta essere ottima, dopo due episodi da considerare praticamente degli spin-off il plot centrale riprende almeno in piccola parte la sua importanza, purtroppo la trama acquisisce solamente passi in avanti strettamente marginali e questo segna uno scontato e ormai decisivo passo verso un cambiamento di rotta.

Strutturalmente la puntata regala degli ottimi picchi di attenzione, ma ha la colpa di allontanare lo spettatore dalla storia centrale che stenta a coinvolgere. La qualià della serie ne risente pesantemente, come se gli showrunners stessero mettendo alla prova la pazienza del pubblico sfidandoli puntata dopo puntata. La seconda stagione, che è stata ampliata recentemente con 4 episodi extra per un totale di diciassette, dovrà necessariamente migliorare i requisiti del proprio sceneggiato senza perdere troppi fronzoli in viaggi nel tempo secondari che stanno minando seriamente la visibilità dell’intera serie.

Il punto di forza di Legends era decisamente il suo isolazionismo rispetto ai restanti prodotti CW, ai quali troppo spesso viene giustamente imputato di esser diventati una sorta di ‘Beautiful in calzamaglia’ vedere Arrow per credere, uno sceneggiato da episodi quasi autococlusivi con pochissimo avanzamento di trama centrale ormai prossimi al collasso. Ad essere strettamente sinceri gli ascolti sono alti e i crossover tra più serie hanno una grandiosa visibilità, ma se vogliamo trovare della qualità legata ad un prodotto superoistico allora bisogna cercarla da un’altra parte.

Legends era l’ultimo barlume di speranza in tal senso per il canale via cavo americano, ma con somma disperazione devo ritenere questa speranza ormai perduta. Unificare questo show agli altri significa snaturarlo, considerando che la sua creazione era stata pensata proprio per dare un prodotto diverso ad un pubblico ormia stanco dei soliti sceneggiati.

Il titolo di questo episodio suona come una voce profetica, perché Compromised è il giusto significato per ciò che sta accadendo, hanno compromesso Legends ammorbidirlo come le altre commedie. Alla prossima settimana con l’augurio che magari questa volta si torni a pensare ad andare avanti con la storia. Sempre che ce ne sia ancora una.


Comments are closed.

Caricando...