#EverGeek / Wormwood: una risata vi santificherà

Flavia Bazzano

Un’avvertenza d’obbligo per chi si appresta a leggere questa recensione. La redazione di Geek Area è costituita da un team multireligioso che rispetta tutte le fedi. Ciononostante, il professare o meno una religione non ci impedisce di svolgere il nostro lavoro con professionalità e obiettività, anche quando l’opera recensita potrebbe risultare offensiva per alcuni. A questi ultimi porgo l’invito a cambiare articolo.

Fatta questa premessa, possiamo iniziare a parlare di un fumetto che è tanto blasfemo quanto divertente, un’uscita che nonostante gli anni rimane attuale (un’evergreen, o meglio, evergeek!) : Le cronache di Wormwood.

Danny Wormwood, affascinante inglese dagli occhi di ghiaccio, è venuto a New York per edificare la propria fortuna nel mondo della tv via cavo. Ha una bella casa e, tutto sommato, una bella vita. Ah, è anche l’Anticristo. Suo padre, Satana, vorrebbe che il suo erede desse il via all’armageddon, ma Danny ha deciso di abbandonare quel piano. Piuttosto preferisce dedicarsi alla propria munifica attività di produttore lasciando l’umanità al proprio libero arbitrio. I suoi unici amici sul piano mortale sono Jimmy, un coniglio a cui Danny ha dato il dono della parola il cui passatempo è blastare i fan di Star Wars su internet, e Jay, un ragazzo di colore con una vistosa cicatrice sulla testa con qualche rotella in meno. Anche il suo non è il padre dell’anno. Dopotutto l’ha mandato sulla terra a farsi crocifiggere. Anche Jay ha rifiutato la propria missione e invece di morire per i peccati degli uomini avrebbe preferito vivere per spiegare daccapo il suo messaggio. O almeno, questo era quello che pensava prima dei fatti di L.A.

Volenti o nolenti, il giorno del giudizio deve arrivare e Satana si allea con il depravato Papa Jacko per costringere il figlio ad accettare il proprio destino. Wormwood, però ha altri piani che lo condurranno all’inevitabile scontro con il re degli inferi e con un  Dio tutt’altro che divino.

Sarà pure un fumetto blasfemo, sarà sboccato e crudo, ma Le cronache di Wormwood tocca temi importanti (il fraintendimento del messaggio di Cristo, ad esempio, o il razzismo all’interno della gerarchia ecclesiastica, la pedofilia) e lo fa sotto la luce spietata dei colori e i disegni di Jacen Burrows che per l’occasione tralascia la propria vocazione al realismo per un tratto caricaturale, grottesco che vede i corpi perfetti misti agli abomini e ai ridicoli mortali. Lo splatter comico di Burrows esalta la pungente ironia  di Garth Ennis in perfetta sinergia. I lettori dotati di sense of humour ameranno questa miniserie e rideranno fino alle lacrime. Dopotutto, parafrasando Wormwood, il pepe sarà sempre meglio di sbobba insulsa e senz’anima.

Il primo volume è disponibile sul sito di BD edizioni.

Titolo: Le cronache di Wormwood

Autore: Ennis, Burrows

Formato: Copertina flessibile

Numero pagine: 144

Editore:Edizioni BD (17 giugno 2010)

ISBN-10:8861235700

ISBN-13:978-8861235700


Comments are closed.