#Flash / 3×05 – Monster

Luigi De Meo

Le persone mentono. Sempre. A se stesse, alla famiglia, agli amici, sul lavoro, nella vita privata, a cena con una ragazza, sul peso, sull’altezza, praticamente su tutto. È un meccanismo di autodifesa, per venire accettati dagli altri e nascondere ciò che di noi può mettere paura o non ci piace.

E quando sei un metaumano con poteri incredibili e potenzialmente pericolosi? Mentire diventa il tuo pane, la tua ragione di vita.

Chi è il bugiardo a cui ci riferiamo? Se non avete ancora visto questa puntata la risposta più ovvia è: Barry! Sbagliato! Abbiamo visto come Caitlin stia facendo fede al suo cognome nelle scorse puntate. Adesso la situazione si fa ancora più da brividi. E non è la sola a nascondere qualcosa al resto del team. Qualcosa di grosso.

Il messaggio chiaro e tondo di “Monster” è: non sempre la prima occhiata è rivelatrice. È vero per il mostro del titolo (una strizzata d’occhio a Cloverfield e una a Star Wars) ed è vero per le persone che vivono accanto a Barry Allen, primo fra tutti Julian.

Tom Felton è molto cresciuto dai tempi in cui era un maghetto con i capelli ossigenati, e sta regalando a noi fan un Julian Dorn profondo e sfaccettato, che riesce a spiazzarti con un monologo (terza strizzata d’occhio della puntata, questa volta a Harry Potter) profondo e dalla grande intensità emotiva.


Comments are closed.