#MagicPress / La leggenda delle nubi scarlatte: recensione

Flavia Bazzano

Le marionette danzano come in un gioco, raccontando una storia di sangue, legami famigliari e demoni spietati. Quella che si rappresenta sul palcoscenico è una storia  pericolosa perché vi si nasconde il germe della verità. Meiki , la giovane marionettista di bunraku, lo sa bene, ma lo sanno anche gli uomini che le danno la caccia, ma un misterioso ronin in lotta con i propri ricordi si unirà a lei nella fuga e nella lotta contro la Shogun Ryin Fujiwara. Ben presto i segreti del passato verranno rivelati e i legami che uniscono le vite dell’uomo e della ragazza saranno manifesti.

La leggenda delle nubi scarlatte di Saverio Tenuta esce per la prima volta in Italia in edizione integrale per Magic Press, a più di dieci anni dalla prima pubblicazione in quattro volumi per i tipi dell’etichetta franco-belga Les Humanoïdes Associés. Il tempo e il cambio di target  di destinazione, però, sembrano non aver intaccato la vis della storia, godibilissima anche per il pubblico italiano. Il racconto unisce la ferocia sanguinaria della tradizione favolistica occidentale a un setting orientale nella personale interpretazione dell’autore. Un’opera ibrida nella quale elementi di diversa provenienza (dal Bushido a Miyazaki) si fondono armonicamente.

Particolarmente forti  i richiami al senso onore e alla comunione col mondo degli spiriti che trasportano il lettore in un tempo e un luogo. A ciò contribuisce anche il tratto di Tenuta,  disegnatore che esprime le sue potenzialità attraverso la tridimensionalità dei corpi e uno stile più vicino al pittorico che al fumettistico.

Apprezzabile anche la complessità dell’impalcatura narrativa. Un raffinato gioco di trame intreccia le vicende dei personaggi tra passato e presente. La sensazione che ne scaturisce è quella di avere a che fare con un macchinario ben progettato in cui nessuna leva, nessun bullone, sono stati posti per caso. Anche i personaggi minori, infatti, trovano una caratterizzazione funzionale ed efficace, rivelata di volta in volta con piacevoli effetti sorpresa. La saga racconta una lotta che non è solo di eroi, una storia dove anche i più deboli possono rivelarsi elementi vitali e come tali vengono indagati con più o meno minuziosità.

Nonostante l’autore abbia dichiarato di non voler pubblicare sequel le vicende dell’universo narrativo delle nubi scarlatte saranno approfondite in due spin off: il primo (di cui è già disponibile il volume 1) è Izuna, una storia ambientata in un passato remoto, scritta da Saverio Tenuta e Bruno Letizia e disegnata da Carita Lupattelli; il secondo (disponibile per il preordine a fine luglio) s’intitolerà La maschera di Fudo e affronterà le origini di Nobu Fudo, il temibile samurai al servizio di Ryin Fujiwara.

Per quanto i più irreprensibili amanti del Giappone potrebbero storcere il naso di fronte a un prodotto che è frutto di tante influenze diverse, La leggenda delle nubi scarlatte è una saga emozionante, ben fatta, da leggere tutta d’un fiato.

Il volume edito da Magic Press comprende i quattro libri della saga ( La città che parla al cielo – 2006, Come foglie al vento – 2008, La linea perfetta – 2009 e Il fiore nascosto nell’abominio – 2011)più il volume speciale La storia di Ryin, del 2011.

 

Titolo: La leggenda delle nubi scarlatte: l’integrale

Autore: Saverio Tenuta

Editore: Magic Press Edizioni

Formato: brossurato 19×26 cm, 208 pp.

ISBN: 9788869132902

Prezzo: EUR 22.00


Comments are closed.

Caricando...