#MagicPress / Walter dice: Fantozzi contro tutti

Redazione Geek Area

Chi è Walter? Cosa dice? E cosa diamine c’entra Fantozzi?

Walter non dice nulla, obbedisce e basta, da troppo tempo. La sua vita l’ha visto sempre col capo chino, rispondendo all’istante agli ordini del suo capo. Mai una promozione, mai un’amicizia, rimane in disparte. Walter ha sempre badato agli affari suoi svolgendo umilmente il suo lavoro da analista informatico. Un po’ come il ragionier Ugo Fantozzi: succube per anni di tutti, schiavo delle multinazionali, senza un briciolo di amor proprio o dignità. Walter dice è l’estremizzazione della vendetta dell’impiegato, dura e cruda. Basta angherie, ha sopportato fin troppo, è ora di reagire nel modo più terribile che conosca. A presentarci la psicopatia e il sadismo di Walter c’è il team Sicchiolotti, Dario Sicchio ai testi, Lorenzo Magalotti ai disegni e colori e la capobranco Maria Letizia Mirabella al lettering.

Walter dice Director’s Cut , edito da Magic Press, è una storia divisa in sette episodi. Originariamente apparsa su Verticalismi nel 2015, ha subito riscosso un grande successo tra pubblico e critica. Si tratta del primo lavoro insieme per il team Sicchiolotti. Hanno voluto rischiare molto. Walter dice è un thriller psicologico e avvincente che mostra gli orrori che una persona, vittima dei soprusi da parte di chiunque lo circondi, è in grado di mettere in atto. Walter è giunto al limite della pazienza. Freddo calcolatore, pianifica i suoi omicidi nel dettaglio, non lasciando nulla al caso.

La mente contorta di Sicchio trascina il lettore nella vendetta imperfetta di un personaggio che non sembra porsi alcuno scrupolo nel massacrare le sue vittime. Realizza una crime story intelligente. Tutto fila e si ricongiunge nel finale tanto delirante quanto basta per far rabbrividire. Si nota come lo sceneggiatore abbia messo cura in ogni dialogo, senza mai annoiare o creare tempi morti. Sicchio cattura, si diverte, gioca con Walter, rendendolo portatore di quella ira eccessiva che potrebbe essere caratteristica di qualunque lavoratore.

Ma Walter non sarebbe il nostro occhialuto assassino senza i disegni di Lorenzo Magalotti. Tramite un tratto minimal e giocando con le inquadrature, fornisce l’ansia necessaria per una crime story di tutto rispetto. Riesce a impressionare il lettore cogliendolo di sorpresa con tavole cliffhanger. La particolare scelta di colorazione aiuta a calarci nelle atmosfere noir della serie, con elementi grafici importanti per la narrazione.

Walter Dice Director’s Cut è disponibile da oggi in tutte le fumetterie e librerie. Non fate attendere Walter, non vorreste mai vederlo arrabbiato!

 

So long Bubs!


Comments are closed.

Caricando...