#Manfont / BooMouse: Quando Il Gatto Non C’è I Topi Esplodono – Recensione

Filippo Garofalo

Ci troviamo davanti a un nuovo progetto, nato da un normalissimo pranzo tra colleghi al Lucca Comics&Games 2015. Come potrete leggere nell’introduzione all’episodio pilot della serie, tutto ha avuto inizio dalla proposta del disegnatore italiano Simone Di Meo, BooMouse! Un topo cazzutissimo che esplode!. La Manfont, dunque, presenta un prodotto innovativo, sia per quanto riguarda la storia che per il formato . Il volume, di 44 pagine, avrà un formato di 17x26cm, interamente a colori e spillato, con una ventina di pagine di storia e le restanti che ospiteranno un’incredibile galleria di studi e omaggi da parte di artisti del calibro di David Messina, Elena Casagrande ecc.

BooMouse, scritto da Luca Baino e disegnato da Simone Di Meo, è il primo fumetto della collana Manfury, ossia una tipologie di storie caratterizzate da una gran quantità d’azione e da un formato di stampo comic americano.

BooMouse è adrenalina, energia, esplosione! Il protagonista è chiaramente un topo… piuttosto violento e vendicativo, specialmente nei confronti di coloro che hanno deciso di riscuotere la taglia sulla sua testa. Entra in azione una vera e propria macchina da guerra letale, con tanto di bombe e armi al plasma. Avete presente quando andate al cinema e uscite dalla sala dicendo Questa è la classica americanata? Ecco, BooMouse è proprio questo: un fumetto tamarro, ma in senso buono!

Il pilot è ricco di spacconerie, battute taglienti, sangue, mostri spaventosi e temibili e mortali gattini ninja.

 

Un’anteprima decisamente curiosa, che, nonostante una narrazione a tratti un po’ confusa, invoglia il lettore ad approfondire la conoscenza di questo topo così esplosivo. Chi è? Cosa ha fatto e cosa farà? Quanti ne farà esplodere ancora? Domande che troveranno sicuramente risposta nei prossimi episodi della serie. Noi di GeekArea saremo qui ad attendere il seguito e a recensirlo per voi.

Al comparto artistico, Simone Di Meo ci regala dei disegni decisamente sopra la media per un prodotto di questo genere, capaci di adattarsi perfettamente alle esigenze di una storia così veloce e dal ritmo scoppiettante. Ulteriore contributo è stato dato dalla quanto mai internazionale Sara Pichelli che, con Mattia Iacono ai colori, apre le danze con una copertina che riflette molto la natura della serie.

BooMouse sarà distribuito in anteprima all’AleComics 2016. La presentazione ufficiale con gli autori, però, ci sarà a LuccaComics&Games 2016.

Copertina dell’articolo da BooMouse #1 Variant Cover di Paolo Villanelli 


Comments are closed.