#ManFont/ Il ritorno di Arcana Mater

Fabrizio Mancini

In Arcana Mater c’è tutto, come in un mazzo di tarocchi: è crudo, è poetico, è erotico, è cartoon, è fantasy, è sociale, è serio, è divertente.

L’immortale custode delle storie Caino, l’avvenente e coraggiosa Mary, suo figlio Adam, un potente mago, e la loro asina Diana, sono in cerca della Città Invisibile. Vagano in cerca di risposte e di indicazioni tra i protettorati e i principati, di città in città, ognuna meravigliosamente diversa, ognuna cupamente pericolosa, proprio come Le Città Invisibili di Calvino.

La cosa più stupefacente è il mondo che Manfredi Toraldo ha costruito.

La struttura dei protettorati e dei principati è simile per tutti: un demone colossale, il Lord Protettore, che giganteggia sulla città governata da un Minor Domine nei protettorati, o un Maior Domine nei principati. Sono investiti di potere per volontà del demone che servono e mantengono l’ordine grazie ai Domini Canes, le potenti e inquietanti guardie. Tutto il resto è diverso per ogni luogo: la natura del demone, la peculiarità dei Domini Canes, la mostruosità del Minor Domine.

Tanti piccoli reami, come tanti piccoli universi che lo sceneggiatore conosce bene, ma non fino in fondo.
Questo perché Toraldo ha deciso di far diventare Arcana Mater copyleft, ovvero chiunque voglia scrivere una storia in questa ambientazione è libero di farlo, a patto che non si usino i quattro personaggi (Caino, Mary, Adam e Diana) e non si creino altri protettorati o principati. Arcana Mater Apocrypha è il nome del volume che raccoglie queste storie realizzate con gli studenti del Master in Fumetto della Scuola Internazionale di Comics.

Mossa ottima, così come in una campagna di D&Dchi vuole può giocare la sua partita in quest’ambientazione così complessa, fatta di magia e religione, di sangue e di racconti.

Ambientazione perfettamente ricreata da una folta schiera di disegnatori in cui spiccano ovviamente i nomi di David Messina (quitrovate la nostra intervista) e Fabio Mantovani, tra l’altro realizzatori della copertina di Apocrypha.

È un fumetto da non prendere sottogamba, è molto complesso e denso. Va letto con calma e gustato per ogni dettaglio.

Arcana Mater (tutta la prima stagione) e Arcana Mater Apocrypha sono editi da ManFont, rispettivamente al prezzo di 15 e 13 €.


Comments are closed.