#MarvelStudios / Kevin Feige a ruota libera sul MCU

Redazione Geek Area

Ormai i film targati Marvel Studios sono diventati una costante nel cinema moderno, che coinvolgono tutti con grande entusiasmo.

Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, in un’intervista ha fatto il punto su quasi tutto l’universo Marvel.

Ovviamente sono stati toccati diversi argomenti, come la polemica sul personaggio interpretato Tilda Swinton in Doctor Strange:

“Le nostre sono decisioni ponderate e sicuramente quelle di Doctor Strage sono di natura puramente creativa non politica. La scelta dell’Ancient One è stato un argomento di grande conversazione per lo sviluppo creativo del progetto stesso. Vogliamo abbandonare gli stereotipi dei fumetti, alcuni dei quali risalgono a ben 50 anni fa, e questa scelta ha aperto nuove e promettenti possibilità. Se abbiamo fatto delle modifiche ad alcuni personaggi dei fumetti, (non solo a quello interpretato dalla Swinton) non potrà far altro che aiutare a rendere tale la pellicola” continua “. Abbiamo scelta Tilda perché vogliamo andare contro gli stereotipi”

Sulla scelta di Ryan Coogler come regista del film dedicato a Pantera Nera:

“Abbiamo scelto un regista di colore come Ryan Coogler per Black Panter è perché ci sono piaciuti molti i suoi ultimi lavori. Fortunatamente era molto interessato al progetto e lo abbiamo scritturato in tempi molto brevi. Lo stesso discorso vale per Captain Marvel, dato che stiamo vagliando una una celebre regista. Speriamo di poter arrivare ad una conclusione durante l’estate”

Sui diritti tra Sony e Marvel di Spider-Man:

“Dopo pranzi e telefonate con Amy Pascal si è convenuto che potevano realizzare un film sull’Uomo Ragno. Non ci sono state pressioni. Il personaggio rimane della Sony e la casa di produzione se ne prende i diritti, quest’accordo è arrivato dopo molte discussioni. Per quando riguarda la Marvel, è stato un sogno poter introdurre un personaggio del genere in uno dei nostri film. Non si tratta del terzo re-start per Spider-man, ma di un super-eroe finalmente contestualizzato nel Marvel Cinematic Universe. La sfida più grande era trovare un personaggio adatto. La nostra idea era renderlo più giovane, in linea con i fumetti e questo lo rende diverso. La presenza di Tom Holland in Civil War doveva essere l’ago della bilancia, altri eroe già si conoscono lui invece fa il suo debutto per la propria volta proprio nel film di Captain America. Tom Holland ci è piaciuto subito fin da quando ha provato una scena insieme a Robert Downey Jr.”

La consapevolezza dovuta al primo film di Iron Man:

“Sicuramente Iron Man. Abbiamo messo tutto noi stessi nella realizzazione di quel film e per fortuna anche al pubblico è piaciuto. Da lì in poi è aumentata la nostra autostima e la consapevolezza che ci piace raccontare le storie in questo modo. Forse tutto è dovuto al carisma di Robert. Qualsiasi cosa si possa dire su lui, niente gli può rendere giustizia. Lui incarna il personaggio alla perfezione, lo ha reso un’icona.”

Sui film sui Guardiani della Galassia e Ant-Man e su quale dei due gli ha resi più nervosi:

“Sicuramente Ant-Man perché ci sono stati molti cambiamenti in fase produttiva anche poco prima dell’inizio delle riprese. Con i Guardiani della Galassia non abbiamo fatto altro che spaziare nuovi fronti, è stato un divertimento come in sostanza lo è stato anche con Ant-Man. La maggior parte dei miei capelli stanno cadendo, ma in verità è stato Capitan America: Civil War che mi ha causato più stress, com’è accaduto per Ultron ed ancor prima con The Avengers”.

Sui possibili film dedicati alla Vedova Nera e Occhio di Falco:

“Per ora abbiamo annunciato film fino al 2019. Ci sono discussioni in corso e sicuramente c’è l’intenzione di realizzare un film su Vedova Nera, perché è un personaggio molto emotivo”

Su un nuovo film di Hulk:

“Il problema è una bega contrattuale. La Disney e l’Universal dovrebbero raggiungere un accordo per consentire alla Marvel di realizzare il lungometraggio. Ruffalo poi è illuminante, è la gemma dei Vendicatori, è un grande piacere averlo nei nostri film, come lo sarà averlo in Thor: Ragnarock, che per Hulk sarà tutto un altro divertimento”

Sulla scelta dei fratelli Russo:

“Fin da subito ho pensato che in campo televisivo hanno fatto un ottimo lavoro, hanno apportato una vera innovazione. […] Logicamente i due registi quando hanno girato Civil War erano già consapevoli di cosa andavano incontro, avendo già realizzato Winter Soldier. Hanno abbracciato la nostra idea realizzando un Capitan America diverso dal solito contestualizzandolo in un thriller a sfondo politico in stile anni ’70. Sono dei registi sorprendenti.”

Conclude parlando di Deadpool:

“Deadpool ha mostrato qualcosa di nuovo e di diverso, fa piacere vedere come il pubblico ha risposto. Tim Miller sotto questo punto di vista ha fatto un lavoro eccelso. Il personaggio poi non prende mai nulla sul serio e forse in questo è insita la ragione del suo successo”


Comments are closed.

Caricando...