#Netflix / La Disney pronta ad acquisire il servizio streaming?

Daniele D'urso

Con l’ampliamento del suo catalago e la battaglia allo streaming pirata che si sta combattendo sul web in questi giorni soprattutto nel nostro paese, il servizio di streaming on demand Netflix, arrivato in Italia nel novembre del 2015, ha rivelato di aspettarsi introiti per oltre 2 miliardi di dollari nel prossimo anno solare.

Un risultato dovuto in maggior parte alle produzioni originali come Narcos, Stranger ThingsDaredevil e molte altre. Secondo molti analisti, un’acquisizione del gruppo potrebbe essere imminente da qualche grande major ed in prima fila troviamo la Disney che da sempre guarda con un occhio d’interesse a questo mercato. Tali voci, per altro mai confermate, almeno per ora, avevano fatto volare Netflix in borsa qualche tempo fa.

Nella giornata di ieri un articolo del giornalista Peter Csathy si spinge un po’ oltre la semplice ipotesi, analizzando che a Netflix non basti più avere risultati eccellenti per sopravvivere in un mercato di questo genere. La strategia di questi servizi per sopravvivere si basa ormai sulla produzione di contenuti originali: Netflix per esempio mira in futuro a trovare un equilibrio perfettamente equo tra produzioni proprie e materiale altrui. Associare però a questa strategia un colossale e potente catalogo in blocco, come quello della casa di Topolino, è un gran rischio per via del progressivo assottigliamento dei contenuti in un unica direzione.

Ricorderete che il mese scorso vi segnalammo l’arrivo dell’accordo tra Disney e Netflix anche in italia e in tempi meno sospetti la possibilità di una realizzazione di alcune serie spin-off legate alla saga di Star Wars, che col senno di poi sembrerebbero un preventivo avvicinamento tra le due aziende.

Si cela del vero sotto queste speculazioni di mercato o è solamente pretattica?


Comments are closed.

Caricando...