#Panini / MPH di Millar e Fegredo

Francesco Sinisi

Ho sempre pensato che i velocisti fossero sottovalutati nel mondo supereroistico. Da bambino, quando tutti i miei amici volevano volare, essere fortissimi, indistruttibili, lanciare palle di fuoco, io non desideravo altro che diventare super veloce: un potere paragonabile al teletrasporto, alla forza (riusciresti comunque ad abbattere un muro con milioni di pugni deboli in un secondo, no?), al volo, al fuoco (provate a sfregare un oggetto contro un altro alla velocità della luce!) … che altro avrei potuto desiderare di più? I viaggi nel tempo, ecco cosa! Padroneggiare il tempo piegandolo alla mia stessa velocità.

Cosa farebbero col potere di Flash e Quicksilver alcuni ragazzi in cerca di riscatto in una Detroit dilaniata dalla crisi economica? Come gestirebbero la loro nuova condizione? Cosa li muoverebbe? Perché accetterebbero di usare una speciale droga pur di acquisire certe capacità? Intorno a tutto questo si sviluppa MPH (Miles Per Hours), di Mark Millar, con i disegni di Duncan Fegredo e i colori di Peter Doherty.

Edita da Panini, l’opera è perfettamente inserita nel “sistema Millar”, il cosiddetto Millarworld: storie intense, senza veli di morbidezza, ad alta velocità, perfettamente trasportabili al cinema, disegnate da artisti di punta (pensate al Nemesis di McNiven, allo Jupiter’s Legacy di Quitely, a Romita Jr in Kick Ass, Immonen nel prossimo Empress, all’Huck di Albuquerque, o al Superior di Leinil Yu), con rimandi continui alla contemporaneità politica e sociale.

La storia vola via veloce, scandita dalle acrobatiche composizioni di Fegredo: dalle prime pagine il lettore, tirato dentro la storia dal vortice delle azioni, si ritrova in men che non si dica all’inaspettata risoluzione finale, solo 138 pagine dopo.
Una lettura piacevole, leggera, che introduce però, nel fluire della trama principale, molti altri temi importanti quali il fascino della malavita sui ragazzi più poveri, l’utilizzo di sostanze stupefacenti e dopanti (MPH è appunto il nome della droga che dona la super velocità ai protagonisti), le conseguenze sociali della depressione economica, la forza dell’amore e degli affetti come motore motivazionale, senza mai approfondirli.
A conti fatti, non l’opera più riuscita dello scrittore scozzese, lontano dai livelli di Civil War e affini, ma un prodotto notevole soprattutto per la realizzazione grafica, la nuova lettura dell’antico potere della super velocità e l’interessante costruzione circolare del plot.

Nel volume targato Panini, al prezzo di 16€, disponibili anche le copertine variant dei cinque episodi dell’edizione americana della Image.

MPH

 Autori: Mark Millar (S), Duncan Fegredo (D) 17×26, C., 136 pp., col. Contiene: MPH #1-5

PANINI COMICS

Disponibile dal 07/04/2016

prezzo: € 16.00

sconto: 10.0%

prezzo scontato: €14.40

 

All’Interno

Crescendo a Detroit, Roscoe e i suoi amici sanno che cosa significa non avere speranza di migliorare il proprio futuro. Ma le loro vite cambiano quando vengono a contatto con una droga di strada chiamata MPH, che dà la possibilità di essere superveloci. È l’opportunità di una vita o un modo di dannarsi per sempre?


Comments are closed.

Caricando...