#PaniniComcs / Tetris: incastri internazionali, di Box Brown – Recensione

Mirko Tommasino

Ci abbiamo giocato tutti, almeno una volta nella vita. Dagli anni ottanta a oggi, abbiamo speso ore del nostro tempo a mettere in fila una serie di blocchi colorati che, una volta allineati perfettamente, scomparivano nel nulla.

Tetris è sicuramente uno dei videogiochi più longevi della storia, e grazie al volume omonimo di Box Brown (edito da Panini Comics, collana 9L) ho scoperto che la storia del videogioco e del suo creatore è stata pesantemente influenzata dalla storia del mondo moderno, che a sua volta si è ritrovato a metabolizzare un fenomeno culturale di massa a cavallo della Cortina di Ferro, quando il mondo intero non era ancora pronto a nulla di simile.

La soluzione narrativa utilizzata da Brown è fresca e leggera: racconta la storia con un apparato grafico in tricromia estremamente semplice ed efficace, accompagnato da testi essenziali ed interessanti per forma e contenuto. L’autore, oltre al raccontare la storia del videogioco che ha segnato un’epoca, cala il lettore in quel contesto sociale, accompagnandolo nella lettura con informazioni puntuali sulle dinamiche sociali ed economiche, senza mai annoiare. In più, l’intera vicenda diventa un pretesto per raccontare qualcosa di (se possibile) ancora più grande: l’importanza del gioco per la mente umana, qualcosa che troppo spesso tendiamo a dimenticare, ripercorrendo in breve l’evoluzione ludica attraverso i secoli.

La storia Aleksej Pazhitnov si intreccia con la storia del mondo intero con alti e bassi, come ogni storia vera. Grazie a Tetris, il videogioco irrompe prepotentemente nella quotidianità come fenomeno culturale di massa, influenzando ogni altra forma d’arte e di comunicazione. In questo corposo volume (255 pagine), Brown riesce ad inserire ogni informazione al posto giusto al momento giusto, rendendo Tetris: incastri internazionali un’allegoria di partita al gioco stesso.

Panini confeziona dunque un volume dedicato non solo al palato dei videogiocatori accaniti, anzi, questo fumetto diventa un’ottima scusa per far conoscere il mondo dei giochi a quegli adulti che non hanno mai voluto dargli una possibilità, ritenendolo roba per bambini. Risolvendo questa incomprensione con eleganza, Brown restituisce una dignità importante a chi ha scommesso su sé stesso e sulla propria idea in un contesto storico che avrebbe punito severamente una cosa simile.

Tetris: incastri internazionali, di Box Brown, edito in Italia da Panini (collana 9L) è disponibile sul sito della casa editrice al prezzo di 15€.

TETRIS

PANINI 9L

Autore: Box Brown 15,4×21,6, B. con alette, 256 pp., col. Contiene: Tetris: The Games People Play

PANINI COMICS

Disponibile dal 27/10/2016

prezzo: € 15.00

 

Quando Tetris emerge dalla Cortina di Ferro è un successo istantaneo, al punto che Nintendo, Atari e Sega sono pronte a investire cifre enormi per averlo. Ma anche a fare cose molto più sporche. Viaggi clandestini a Mosca, accordi sottobanco fino ad arrivare al furto. Questa è l’intrigante storia di un videogioco che ha fatto la storia. Ma anche una riflessione che il fumettista Box Brown (André The giant) fa sul rapporto fra arte e commercio.

Comments are closed.