#PaniniComics / Il Manuale Illustrato dell’Idiota Digitale – Recensione

Redazione Geek Area

Internet ha dato diritto di parola agli imbecilli

Umberto Eco, 2015

Sì. E questo Diego Cajelli lo sa bene. De “Il Manuale Illustrato dell’Idiota Digitale” (edito da Panini Comics) Aveva iniziato a parlarne sul suo blog più di un anno fa, raccogliendo una serie di espressioni tipiche dell’utente medio di internet ai tempi dei social network. Chi è l’idiota digitale? È un tuo collega, un tuo parente, uno sconosciuto per strada e, nemmeno troppo di rado, potresti essere tu in prima persona. Cajelli condanna fermamente l’uso della tecnologia da parte dell’uomo, ridicolizzando quei comportamenti che, purtroppo, sono entrati nella quotidianità digitale di ognuno di noi.

Partendo da un punto di vista comico, l’autore apre il volume con un Idiozionario in cui presenta, in rigoroso ordine alfabetico, una serie sterminata di termini ed affermazioni ricorrenti sui social network (quindi, in Italia, su Facebook), entrati nel linguaggio quotidiano dei portatori di verità assoluta, la cui unica missione è diffondere il verbo tra chi necessita di una SVEGLIAAAA!1!1.

Lavorando con una categoria di materiale e di casi umani che già da soli scatenano un’insensata ilarità, l’autore propone (per contrasto) delle definizioni serie e spietate dei vari lemmi, sparando a zero su qualsiasi forma d’idiozia, senza colore politico, distinzione di sesso o d’età. Questo meccanismo fa ridere, tanto, ma allo stesso tempo lascia quel senso di “questa gente respira la mia stessa aria” che quella risata la manda un po’ di traverso.

Terminate le voci dell’Idiozionario, Cajelli propone al lettore altri contenuti estremamente interessanti. Le sei leggi del web contemporaneo sono dei postulati lessico-matematici che racchiudono in poche frasi l’esperienza empirica del web contemporaneo. Anche in questo caso, ogni affermazione si fonda su solide basi di conoscenza dell’argomento trattato, iniziando un percorso che lascia gradualmente da parte l’ironia che ha contraddistinto la prima parte del testo. Queste leggi sono condanne: qualsiasi sia la tua scelta per prevenire lo scontro con l’Idiota Digitale, non potrai evitarlo realmente.

Come accennato alcuni paragrafi fa, utilizzare i social network in Italia implica utilizzare IL social network: Facebook. Per questo motivo, “L’Atlante dei Social Network” è una risorsa indispensabile per orientarsi nel mare d’egocentrismo e bufale che sommerge il bel paese oltre i suoi confini. Uno sguardo sincero e disincantato su quanto le persone possano schifarsi a vicenda quando hanno così tante possibilità per farsi odiare sotto ogni aspetto possibile.

Arrivati a questo punto, se non fosse ancora abbastanza chiara la vasta tipologia di casi umani raccontati dall’autore, questi ci propone un efficace tutorial: “Come identificare un idiota digitale in dieci mosse”. Proseguendo nella lettura troviamo un breviario degli acronimi (ironico e non, molto utile) e un elenco di strumenti tecnici atti alla comunicazione contemporanea.

Il capitolo sul Cyberbullismo, oltre ad essere estremamente interessante nella descrizione del fenomeno, ragiona partendo da un punto di vista decisamente interessante e poco scontato: va a proporre un cambiamento alle vittime (perché tanto i carnefici non ascolterebbero) parlando di privacy e dati sensibili. In chiusura di capitolo, propone inoltre una serie di azioni da compiere per difendersi dagli attacchi.

Prima di chiudere con una biblio/fumetto/filmografia di riferimento, Cajelli ci propone forse il capitolo che tratta quella che (forse) è la più disarmante forma d’idiozia: la Sovranità Individuale, fenomeno sociale da non sottovalutare, che rappresenta una sorta di paradiso in terra omnicomprensivo per l’Idiota Digitale.

A impreziosire il volume, sono presenti un’intelligente introduzione di Sergio Della Sala e le illustrazioni di diversi autori (in ordine sparso): Stefano Antonucci, Massimo Giacon, Daw, Simone Angelini, Alberto Corradi, Luca Bertelè e Ale Giorgini. Pungenti, comiche ed assolutamente veritiere, queste illustrazioni sono dei ritratti veritieri di situazioni che, se non fossero tragicamente vere, apparirebbero impossibili.

Il corposo volume (225 pagine in bianco e nero) è un trattato sulla società contemporanea, fruibile in parti o tutto d’un fiato. Davanti a una così vasta casistica di comportamenti umani sarebbe facile puntare il dito e mettere alla berlina in modo gratuito, per questo il lavoro certosino di Cajelli nel rendere ogni parola, ogni definizione ed ogni concetto estremamente pesato e ragionato, è assolutamente degno di plauso.

Il Manuale Illustrato dell’Idiota Digitale è disponibile al prezzo di 16.90 euro.


Comments are closed.

Caricando...