#PaniniComics / Neonomicon, pubblicata la seconda edizione

Flavia Bazzano

La letteratura mondiale è costellata da libri misteriosi, opere di culto a cui accostarsi con un misto di reverenza e timore. Alan Moore è la dimostrazione vivente che simili pagine sono state scritte e anche disegnate. Preparatevi a tornare nell’abisso di Neonomicon grazie alla Panini che ci regala una seconda occasione per poter apprezzare una delle ultime opere del Bardo di Northampton.

Chiunque abbia letto Lovecraft (o abbia giocato al gioco di ruolo Il richiamo di Chtulhu) non potrà non confrontarsi con questo comic book. A differenza di altre libere ispirazioni, non si tratta di un semplice tributo all’autore di Providence: Moore, dichiarandolo a partire dal titolo, ripercorre l’universo lovecraftiano e se ne appropria per poi ricostruirlo in chiave thriller contemporanea.

Fin dalle prime pagine, l’autore stuzzica gli appassionati della materia giocando magistralmente con indizi legati al mondo dei grandi antichi. Mentre l’agente Sax dell’FBI brancola nel buio alle prese con la teoria delle anomalie e con una serie di efferati omicidi legati all’occulto, il lettore ha l’impressione di sapere cosa stia accadendo, proprio come in un film horror. La chiave di volta sono il club Zothique, l’enigmatico spacciatore Jhonny Carcosa (suona familiare?) e la sua misteriosa droga, l’aklo. La follia penetra nel presente infrangendone l’equilibrio. Toccherà agli agenti Gordon Lamper e Merril Brears tentare di ricomporre il mosaico, ma ad attenderli sarà la rivelazione di un’orribile, inevitabile realtà. Su tutto, ormai, aleggia la presenza di un essere che attende sognando.

La grandiosità visiva del comic book, dall’atmosfera sognante e vagamente sacrale dei deliri grammaticali (apertamente ispirati a Bosch) alle scene più nitide e  strazianti,  si manifesta con violenza sulla carta. All’orrore esoterico si somma quello del sangue e della brutale sessualità, un tratto in forte contrasto con le presunte inibizioni dello stesso Lovecraft. Il merito della riuscita di questa impresa appartiene di diritto anche al disegnatore Jacen Burrows. L’artista americano, esordito nel mondo delle pubblicazioni underground, dona alla storia la crudezza e il realismo di un incubo ad occhi aperti a cui il lettore non potrà fare altro che assistere inerme, inchiodato alle pagine.

Come ultimo regalo ai suoi lettori il sommo Moore ha intarsiato la sua opera di riferimenti letterari: dai nomi dei personaggi, ai luoghi, alla somiglianza somatica tra Sax e Lovecraft, tutto rimanda al padre di Chtulhu, ma anche a Poe, Chambers, Burroughs, Borges . Una valanga di informazioni che potrebbe stordire i lettori, ma che è senz’altro un punto di partenza in grado di stimolare la curiosità di chi volesse spingersi oltre e scoprire l’universo scaturito dalle opere dello schivo Lovecraft. Nonostante gli occasionali eccessi di lirismo, il corposo volume di Neonomicon scorre con lo stesso pathos di un poliziesco, ma con le stupefacenti epifanie di un horror fantasy.

Il volume, che comprende Il cortile e i quattro episodi di Neonomicon, è disponibile sul sito della Panini Comics.

  • Autori: Alan Moore
  • Genere: Horror fantasy
  • Pagine: 176
  • ISBN – 10: 8891220086
  • ISBN -13: 978-8891220080
  • Formato e rilegatura: Copertina rigida
  • Data di pubblicazione: 07/04/16
  • Stato: Disponibile

Comments are closed.

Caricando...