#QuantumAcademyApocrypha / I disegni di Quantum Academy con Lorenzo Susi

Mirko Tommasino

Proseguono i nostri approfondimenti in vista della pubblicazione del nuovo volume Apocrypha dedicato a Quantum Academy da parte della Manfont. Oggi è il turno di Lorenzo Susi, che ha disegnato il primo volume della serie: Quantum Academy – Cassandra.

Ciao Lorenzo, grazie mille per averci concesso questa intervista. Prima di tutto, vuoi parlarci di com’è iniziata la collaborazione con Luca? Da quali studi provenivi e cosa facevi a quel tempo?

Dunque, se non ricordo male era il 2013, ci misero in contatto per farmi realizzare delle tavole di prova per un nuovo progetto che Luca stava scrivendo per la BeccoGiallo. Purtroppo le prove non andarono a buon fine ma trovammo sin da subito, io e Luca, una buona complicità tanto che, qualche mese dopo, cominció a parlarmi di Quantum Academy, quando la storia era ancora totalmente diversa da quella di ora!

Cosa ti ha interessato maggiormente di QA?

Tutto! Ho sempre letto con ammirazione e divertimento fumetti di ragazzini supereroi impegnati a salvare il mondo e picchiare a destra e manca; e avere finalmente la possibilità di crearne di nuovi e farli interagire nel loro mondo è stata una gioia.

Come mai hai scelto quello stile di disegno e di colorazione?

Stilisticamente esco da studi di fumetto umoristico, che è un po lontano dall’ambito in cui mi trovo adesso. Non saprei dirti, è stata una scelta abbastanza naturale, sicuramente mi ha influenzato molto quanto leggo e i tanti autori che ammiro.

Come si è svolta la ricerca nel design di personaggi ed ambientazioni?

Mediamente si è svolta facendo un sacco di ricerche, buttare giù delle idee e poi farsele bocciare da Luca e Manfredi e poi ricominciare tutto da capo. Inizialmente ho fatto molta fatica perché mi sono ritrovato a far conti con cose che non avevo mai disegnato prima come robottoni e tecnologia sci-fi. La parte più difficile penso sia stata la ricerca di reference che potessero soddisfare i gusti di tutti e ne approfitto per ribadire un mega grazie a Manf che, se non fosse per la sua sconfinata conoscenza, forse sarei ancora al primo capitolo.

Cosa ti aspetti dal lavoro dei ragazzi del volume Apocrypha?

Sicuramente mi aspetto un gran lavoro, c’è tanto materiale e potenziale che bolle in pentola e sinceramente non vedo l’ora di vederne il risultato. E poi, come dico sempre (e so che puó risultare banale, ma è una cosa a cui credo fortemente), spero tanto si divertano quanto mi sto divertendo io a disegnare le avventure dei ragazzi della QA.

In che modo pensi di intervenire/guidare il loro lavoro, se intendi farlo?

Sia io che Luca abbiamo avuto il piacere di passare due lezioni con i ragazzi per parlare loro del mondo di QA e del lavoro che stanno svolgendo. Sicuramente avremo qualche altro incontro per seguirne gli sviluppi. Mi sono comunque reso disponibile a qualsiasi confronto su questioni che potrebbero esserci sfuggite, ma fino ad ora pare andare tutto liscio!

Puoi anticiparci qualcosa sui prossimi volumi di QA?

Certo, posso anticiparti che sicuramente dopo il volume 2 ci sarà un volume 3, e che questo volume due , che vedrà la luce a Lucca Comics & Games 2017 al fianco di QA Apocrypha, sará un volume, come si dice a Roma, coatto!


Comments are closed.

Caricando...