#RWLion / Harley Quinn e Suicide Squad #9 – Recensione

Fabrizio Mancini

La Suicide Squad è impegnata con la Justice League su Justice League America, e per ora la testata è in gestione a Deathstroke che sa bene cosa farne.
Non si può dire lo stesso della serie concentrata su Harley Quinn. In vacanza da amici insieme a Poison Ivy. Un capitolo che prova a concentrarsi sulla forte amicizia tra le due supervillain e la tensione sessuale che c’è, ma che ristagna in questo, senza una trama su cui poter gestire questo rapporto.

Di tutto un altro avviso sono i nuovi capitoli su Deathstroke, che segnano una vera epopea famigliare degna di shakespariana formazione.
Si aggiunge un nuovo supereroe dal taglio originale e affascinante, in realtà qualcuno lo ricorderà col nome di Jericho, ma non aggiungo altro, perché la sua “creazione” è molto intrigante.
Nel complesso la narrazione tiene molto bene, questa definitiva linea famigliare è potente, soprattutto con un personaggio come Deathstroke con cui, sembra incredibile, ma è decisamente facile empatizzare.
Inoltre la sua situazione famigliare permette un intreccio di trame non indifferente. La parte veramente affascinante di Slade Wilson è che per quanto sia un assassino spietato, abbia la capacità di potersi fare carico di grandi colpe, proteggendo qualcuno che per lui è caro, ed è il suo unico modo di dimostrarlo, non riuscirà mai a dire quelle parole o ad esibirsi in un abbraccio. Tutto ciò lo rende un personaggio estremamente accattivante.
Non manca il cameo di un baluardo della giustizia, in questo caso Superman. Sarà interessante vedere come si svilupperà tra i due un rapporto dopo averlo visto con Batman “scambiarsi” i figli/assistenti.


Comments are closed.

Caricando...