#RWLion / Justice League: Rinascita #14

Fabrizio Mancini

La terza parte de I senza tempo continua ad essere un blando spiegone, con scene di lotta inserite nello sfondo, tanto per darne il senso. La situazione non è diverse da centinaia i storie: un essere venuto da un’altro mondo pretendete di dover salvare un bene superiore a scapito della Terra e degli Umani, la Justice League è quindi l’unica in grado intervenire. Una cosa già sentita persino sulla stessa testata. Ma di solito ciò che conta è pur sempre il come, anche se una storia sa di già sentito. Il problema è poter giudicare questo come dato che ancora non ce n’è traccia.

Anche il nuovo capitolo de I Titani non è molto più che uno spiegone. Da un lato si cerca di portare avanti la storia di Wally, anche se in minimi termini in questo caso, da un altra si apre una nuova run, ancora una volta riprendendo vecchi personaggi già noti ai Titani. Il tutto viene già anticipato in una tavola nel precedente volume.

Prova tenere in alto l’attenzione, la nona parte de Imitazione della vita. Cyborg affronta finalmente il suo avversario. Più che l’azione in sé dello scontro, è il senso di tutto che risulta attraente. La storia di Anomaly è strettamente legata agli Stone, ma non è questa la forza, anche su questo troverete un bello spiegone, è il mettere a confronto e a paragone queste due forze simili ma opposte, caricando su argomenti di bioetica, che se minimo minimo vi piace la fantascienza robotica, vi intripperanno bene.


Comments are closed.

Caricando...