#RWLion / Lantera Verde: Rinascita 12

Redazione Geek Area

Hal è tornato.

Le Lanterne sono in pericolo.

Quale espediente narrativo migliore per portare le due realtà a riunirsi?

Dopo un numero che ha fugato ogni dubbio sulla qualità della rinascita “verde” affidata a Robert Venditti, lo scrittore ci propone un lavoro molto più votato all’azione che si avvia verso la chiusa del primo arco narrativo. La continua ricerca dei compagni scomparsi sta per giungere al termine con un probabile faccia a faccia tra il Corpo ed il proprio vero leader.

A complicare ancor di più la situazione già tragica delle Lanterne, miniaturizzate e intrappolate da un’obsoleta versione di Braniac, interviene anche la destabilizzante follia di Larfleeze, forte della propria avarizia ampliata all’ennesima potenza dall’anello arancione. Troviamo quindi la definitiva collaborazione tra i Corpi verdi e gialli, dimostrazione di come l’unione, e l’accantonamento di sciocche ed egocentriche ostilità, non possa far altro che bene.

Venditti prepara il campo per un ricongiungimento in grande stile che costerà caro all’improbabile duo formatosi su Okaara. Interessante oltretutto la costruzione di Braniac, asservito all’unica Lanterna Arancione solo perché obbligato, il quale si lascia andare in taglienti commenti riguardo ciò che farebbe, e che intende fare, se potesse controllare le proprie azioni. È molto soddisfacente notare come, anche in un numero di transizione come questo, seppur chiaramente costruito per portare alla conclusione della prima parte del ciclo, nulla sia lasciato al caso. ed anzi venga sfruttato per chiudere le trame accantonate nei numeri precedenti (palese come la vicenda riguardante Braniac e Larfreeze sia un filler per poter narrare più agevolmente il ritorno di Hal).

Alle matite troviamo il ritorno del sempre spettacolare Rafa Sandoval che sfrutta l’albo per impostare le tavole in modo ancor più eccentrico e singolare del solito. Tra le pagine di questo numero non vi è una gabbia classica, tutte hanno il particolare tocco dell’artista che si diverte a spezzare qualsiasi tipo di catena, proponendo tavole piene e dalla lettura sempre più dinamica.

Altro plauso, ancor più dovuto, va a Sam Humphries per lo sviluppo della trama inerente all’Anello Fantasma. Nella seconda parte della storia la caratterizzazione di cui avevamo precedentemente parlato esplode completamente e ci mostra sia gli effetti dell’anello che la complessità stessa che la scelta di una Lanterna Verde porta con sé. Troppo spesso sia gli stessi detentori degli anelli, che i vari comprimari, dubitano della capacità di scegliere i futuri fautori di tale potere, ma, come viene ampiamente dimostrato in questo numero, le capacità di analisi son molto più profonde di quanto si possa immaginare.

A fungere da conferma per quanto appena detto è la figura di Frank Lawiski, ormai completamente risucchiata dalla folla brama di potere. Frank, come già detto, sulla carta sarebbe una Lanterna più che ottima, ma l’instabilità mentale, la gretta moralità ed il folle atteggiamento ne fanno la rappresentazione perfetta di tutto ciò che un membro del Corpo non dovrebbe mai essere. Ciò che, tuttavia, ne farebbe una pessima Lanterna contribuisce all’ottima caratterizzazione di nemesi dei nuovi, ed inesperti, difensori del settore 2814  A differenza di Baz e Cruz, Lawiski ha tutta la preparazione necessaria per essere un avversario temibile, apparendo già molto avanti rispetto alle stesse possibilità delle due Lanterne.

La sua immediata capacità di realizzare potenti costrutti unità ad una ricerca di notorietà e fanatica approvazione lo rendono ancor più temibile. Se a tutto ciò si aggiunge la profonda solitudine del soggetto si può consequenzialmente comprendere quanto non abbia nulla da perdere. Volthoom ha creato, concettualmente, il nemico perfetto, un mix di sventure personali unite ad una scarsa volontà e a delle forti componenti psicotiche.

Nel numero viene affrontata tutta la spaventosa potenza dell’anello fantasma fino a sfociare in uno dei peggiori scenari che si possano immaginare. Il nuovo numero delle Lanterne scorre in modo estremamente piacevole preparandoci ad un tredicesimo numero molto intrigante.


Comments are closed.

Caricando...