#RWLion / Scalped Deluxe vol 1 – recensione

Flavia Bazzano

RW Lion ripubblicherà Scalped di Jason Aaron in versione deluxe. Il primo volume cartonato, uscito a inizio mese,  include i numeri dall’1 all’11, più la sceneggiatura del primo episodio, per un totale di ben 296 pagine.

Non a torto possiamo considerare Scalped il progetto che ha segnato l’ascesa di Aaron al pantheon del fumetto americano. Nel 2006 Aaron, un autore semi sconosciuto che vantava appena una candidatura agli Eisner (e che aveva inviato un pacco di film porno alla redazione DC) presenta alla Vertigo un progetto per rilanciare Scaplhunter. Qualche email con l’editore  ed il concept vira a favore di una trama originale. Fin dai primi numeri  il fenomeno Scalped, complice l’irresistibile tratto di R. M. Guéra, è inarrestabile: dalle 30 uscite previste dagli autori si passa a 34, per poi tirare fino a 60 numeri  (la serie si è conclusa nel 2012).

Anche dopo aver compiuto 10 anni, questa serie non perde nulla della sua intensità: non si tratta semplicemente una storia di indiani e cowboy, ma non è nemmeno la solita crime fiction (a dispetto di chi ha paragonato questa serie ai Sopranos). Scalped è un noir lontano gli stereotipi del genere, in cui i vicoli bui un contesto urbano sono sostituiti dalle assolate strade della riserva indiana Priarie Rose. Qui si svolge l’intreccio di storie di un’umanità abbandonata a sé stessa e a quello  che sembra un degrado immutabile. La riserva segue le proprie leggi, e  non ci sono sconti per nessuno. A parte alcune “visioni”, non esistono influenze ultraterrene e di certo non siamo di fronte a un’interpretazione romanzata del retaggio indiano. La violenza, l’alcolismo, il disagio di chi se ne vuole andare, la rassegnazione di chi non lo farà, tutto è in piena vista sotto l’implacabile luce del sole.  Il tratto grezzo di R. M. Guéra e i colori di Giulia Bosco restituiscono a pieno l’aridità del deserto, come quella di chi lo abita.

Chiaramente manifesta fin da subito è anche la storia dell’agente federale in incognito Dashiell Bad Horse. Dash è il ragazzo pronto a menare le mani che ha abbandonato la riserva incanalando la propria aggressività entrando nel corpo federale, un bad guy con l’uniforme. Il destino beffardo lo riporta, come un moderno figliol prodigo, nella riserva della sua infanzia: deve inchiodare un nemico che sembra inattaccabile, il capo Lincoln Red Crow, a pari merito un  protagonista della serie. In realtà ad attendere Dash c’è un conflitto ancora aperto con la propria gente, con sua madre e con la propria identità.

La natura della missione di Dash viene rivelata dopo nemmeno un giorno, ma Aaron riesce ad affascinare senza  nemmeno dover ricorrere al cliché del mistero. A un’estetica impeccabile, lo sceneggiatore salda un universo di personaggi dalla tempra epica e delle battute penetranti come proiettili.

La nuova versione deluxe è l’occasione che mancava per poter assaporare una delle migliori pubblicazioni Vertigo e che, anche oggi, è in grado di colpire il lettore dritto allo stomaco.

 

Titolo: SCALPED

Editore: RW LION

Collana: SCALPED Deluxe – N° 1

Serie: VERTIGO DELUXE

Prezzo: € 30,50


Comments are closed.

Caricando...