#RWLion / Wonder Woman: The Lies Part Three

Luigi De Meo

Che legame lega Diana a Steve Trevor, quale filo unisce i destini della principessa amazzone e del soldato? Greg Rucka tenta di dare una prima risposta a questa domanda facendo analizzare la situazione in cui si trova la nostra eroina a due persone che molto hanno avuto anche fare con lei e Steve: Etta Candy e Sasha Bordeaux.

La prima è l’amica e confidente storica di Diana, la seconda è stata prima guardia del corpo Bruce Wayne (in Batman: Assassino/Fuggitivo) e poi pedina della scacchiera di Checkmate. Nel mentre Wonder Woman continua la sua opera di convincimento con Barbara Ann. Cheetah considera la sua parte umana morta e sepolta, soffocata dalla maledizione del dio Urzkartaga. Sta a Diana dimostrare il contrario.

Il ritmo che Rucka ha impostato alla storia è molto lento e riflessivo, nonostante una buona parentesi action del capitolo precedente, e la sensazione che si ha leggendo queste pagine è quella di una frenata imposta per mettere altra carne al fuoco e dipanare il tessuto psicologico dei personaggi.

La trama è rallentata, quasi lasciata in sospeso, e per la prima volta in sei numeri la cosa comincia a sembrare dannosa.


Comments are closed.

Caricando...