#saldaPress / Airboy – Recensione

Fabrizio Mancini

Avrete tutti visto Paura e delirio a Las Vegas, spero. Probabilmente non tutti hanno letto il folle libro da cui è tratto (Paura e disgusto a Las Vegas) di Hunter S. Thompson che altri non è che la controparte reale di Roul Duke (Johnny Depp) e il suo libro è praticamente autobiografico. Chi questa cosa la sapeva, o l’ha saputa, si sarà chiesto “quanto di questa storia è vero?”. Ecco, è la stessa domanda che vi farete mentre leggerete Airboy.
Questo non è assolutamente un fumetto convenzionale, come il sopracitato film di Terry GilliamJames Robinson e Greg Hinkle, rispettivamente sceneggiatore e disegnatore di questa storia. Il primo è uno sceneggiatore in crisi che ne ha per tutti, colleghi e case editrici, sopratutto la DCJames è un vero bastardo, dipendente da alcol e droghe, e non riesce ad uscire da questa crisi lavorativa. La Image gli affida il “reboot” di Airboy ma lui non ha idee. L’unica buona l’ha la sua ex moglie Jann, ovvero quella di coinvolgere un disegnatore per smuovere le acque. Dal momento in cui Greg Hinkle si unisce per lavorare ad Airboy arriva il delirio: droghe, insulti, sesso, non manca nulla, questo finché non si ritrovano davanti Airboy.
È una storia assurda, ma che rappresenta per lo sceneggiatore uno sfogo diretto tramite un’esperienza distorta. Ed è quella la trama della storia, James è in bilico, può cadere totalmente nel baratro o salvarsi.
Lo stile di Hinkle rappresenta bene il delirio con il suo tratto, lo si vede nei corpi che traccia, nei volti che crea.
Per la cronaca Airboy è un eroe della Golden Age dei fumetti americani, un aviatore che combatteva contro i nazisti. Una storia editoriale nata proprio durante la Seconda Guerra Mondiale e interrotta agli inizi degli anni ’50, ripresa e riproposta sul finire degli ’80 e poi riaffacciarsi negli anni 2000 fino ad oggi.

Un’opera provocatoria e per certi versi brutale, ma onesta e buona come i suoi personaggi, reali o meno. La Image non ha di certo paura a pubblicare una cosa del genere, e la saldaPress ce la consegna per goderne tutti.

In uscita dal 24 febbraio.

Acquista su Amazon.it


Comments are closed.