#Saldapress / Nailbiter e l’incubo dei serial killer

Fabrizio Mancini

Vi piacciono le storie sui serial killer?  Avete amato Il silenzio degli innocenti o la serie tv Dexter? Questo è il fumetto che fa per voi. 

La saldaPress porta in Italia l’ennesima ottima storia creata dalla Image Comics che continua ad imporsi con serie dalle tematiche crude, ma narrate con incredibile originalità.

Buckaroo è un paese famigerato per aver dato i natali a ben 16 assassini seriali, un numero decisamente alto per un paese abbastanza piccolo, tanto che sembrano tutti parenti con questi killer. Un uomo è sul punto di scoprire che c’è un collegamento tra i macellai di Buckaroo e chiede aiuto a Nicholas Finch, un burbero agente con qualche scheletro nell’armadio. Quando questi arriva a Buckaroo scopre che il suo amico è scomparso. Insieme ad una audace sceriffo cercheranno di fare chiarezza su tutto.

Edward Warren, detto Nailbiter, è l’ultimo e forse il più famoso di questa terrificante lista. Ricorda Jeffrey Dahmer e ha il classico profilo del serial killer: bianco, biondo, acculturato e affascinante. Il suo problema? Ama mangiare le unghie delle sue vittime fino all’osso prima di uccidere, appunto il mangiaunghie.

Gli altri killer sono tratteggiati da peculiarità assurde come uccidere chi parla durante un film (cosa decisamente condivisibile). Di quelli fino ad ora svelati quasi tutti ripercorrono quella vena di deviazione sessuale tipica dei predatori seriali, dopotutto mordicchiare le dita del proprio partner è decisamente sensuale.

Joshua Williamson gioca bene con i generi del thriller e dell’horror, rivitalizzandone gli schemi e utilizzando i ritmi giusti, tipici dei film, riadattandoli al linguaggio dei fumetti in maniera eccellente. La sua narrazione vi ingloberà lentamente e senza che ve ne accorgiate avrete finito il volume, travolti dagli eventi inquietanti di questa storia.

Questo perché è leggero e molto scorrevole nonostante una tematica pesante.

I disegni di Mike Henderson ricalcano questa leggerezza senza spingere su un tratto troppo realistico, utilizzando comunque linee dure e taglienti. Quando però si tratta di mostrare il male i disegni si fanno più reali, più spaventosi. Il colore di Adam Guzowski è nitido ed essenziale come molte tavole. Ci mostrano solo l’importante, altro non ci serve.

Il volume 1 racchiude i primi 5 numeri che divorerete come fossero unghie.

Nailbiter vol. 1 sarà disponibile da domani, venerdì 10, sullo shop online della Saldapress, 128 pagg al prezzo di 14,90 €


Comments are closed.