#saldaPress / Revival: La Recensione

Daniele D'urso

Cosa a che vedere una piccola e tranquilla comunità del Wisconsin con un inspiegabile resurrezione di massa?

Nel rurale stato americano qualcosa o qualcuno ha soverchiato le leggi della natura. I morti sono tornati dalle tombe e hanno ripreso la routine delle loro vite, come se nulla fosse mai accaduto. Dietro l’assurda vicenda si cela un oscuro segreto e nessuno nella cittadina di Rothschild, al centro dell’occhio del ciclone, è esente da colpe. Sono queste le premesse alla base di Revival la serie Horror/Thriller di Tim Seeley prodotta dalla Image Comics e pubblicata in Italia dalla saldaPress.

Non è la classica storia della cittadina americana bigotta e dei suoi problemi ad aprirsi con il mondo, è qualcosa di molto più profondo. Parla del decadimento della nostra società, di politica e moralità e lo fa con un assoluto senso di realismo. Nulla è come sembra, non esistono ne santi ne demoni, ogni uomo è destinato a giungere ad un compromesso, sporcarsi le mani se necessario, per poter vivere in pace la propria esistenza fino a quando il destino non decide di mischiare le carte in tavola.

Attraverso di disegni di Mike Norton e i colori di Mark Englerth, si snoda un’autentica e micidiale trama che coinvolge ed appassiona. I morti e i loro segreti tornano in vita, amici e parenti risorgono dalla tomba, ma non come zombie, tornano letteralmente indietro, sconfiggono la morte e si siedono come immortali alla tavola dei loro cari. Tutto ciò provoca dei profondi sconvolgimenti a Rothschild e nelle cittadine limitrofe. Un posto troppo isolato per poter godere di così tante attenzioni, ma le cose sono destinate a cambiare. L’universo di una piccola e solitaria contea nel Wisconsin verrà stravolto dal governo, dai militari e da studiosi di ogni genere, pronti ad accaparrarsi ogni tipo di informazione su un fenomeno senza precedenti.

Attraverso quarantene imposte dalle autorità governative, e strane creature luminose che si aggirano nelle foresta, toccherà all’agente Dana Cypress cercar di fare un po’ di luce sull’intricata vicenda. Dana, figlia dello sceriffo della contea, ha un passato familiare turbolento, sempre in rotta con il padre sin dalla tenera età (non è certamente una figlia modello) al contrario della sorella minore Martha. E come se tutto ciò non bastasse, ha un figlio di otto anni da dover crescere da sola.

Revival si dimostra una serie di grande intrattenimento per ogni amante del sovrannaturale e del thriller, senza disdegnare un po’ di splatter. Dalla politica ai temi familiari, passando per l’influenza dei media, il razzismo e l’isteria di massa, l’opera di Tim Seeley riesce in una micidiale miscela di tematiche che percorrono le scene del crimine intersecandosi perfettamente durante tutto l’arco narrativo. Un noir dalla qualità altissima.

L’unico piccolo difetto riscontrabile può essere la leggera e pretensiosa scelta dell’autore di inserire un’infinità di personaggi e di situazioni che a volte per l’incredibile velocità della trama porta ad appesantire la narrazione dimenticandosi per troppo tempo del plot centrale che viene leggermente oscurata dai numerosissimi tie-in.

In questi ultimi tempi, Image Comics si è rivelata la vera forza motore del fumetto americano. Ogni mese escono nuovi titoli, gli autori hanno completa libertà creativa e l’approccio alla serialità così marcato ha permesso alla casa americana di imporsi nel fumetto made in USA, divenuto in breve tempo una fonte inesauribile di spunti per il cinema e la televisione.

Potete trovare i prima quattro numeri della serie in tutte le fumetterie o sul sito della saldaPress al prezzo di €14,90 l’uno. Per chi non avesse ancora capito, un’opera che ci sentiamo di consigliare caldamente.


Comments are closed.