#saldaPress / Witch Doctor vol.1, vol.2 – Recensione

Redazione Geek Area

Il genere horror e quello fantascientifico, come molti altri nelle varie arti audiovisive e letterarie, risultano spesso affaticati per i motivi più svariati. Il più importante risulta sicuramente essere il mercato oberato di titoli, molti dei quali di dubbia qualità, che non permettono al lettore di riuscire a districarsi tra gli innumerevoli lavori. Oltretutto molto spesso ciò che raggiunge la notorietà ed il successo, divenendo poi mainstream, non è sempre il più meritevole e tutto ciò porta alla creazione di un circolo vizioso. Dinamiche tali fanno credere, erroneamente, che generi come l’horror e la fantascienza non abbiano più nulla da dire e portano una parte del pubblico o ad abbandonare tali letture, oppure, in altri casi i lettori smettono di cercare, subendo passivamente solo ciò che “emerge”, andando a discapito del prodotto veramente interessante e meritevole.

In entrambi i casi la scelta risulta sbagliata ed il tutto è facilmente spiegabile basandosi su qualcosa di tangibile, in questo caso Witch Doctor.

Witch Doctor riesce ad unire sapientemente universi simili ma allo stesso tempo molto distanti, creando qualcosa di più unico che raro. Medicina, magia ed horror si amalgamano in un unicum singolare che riesce a dare nuova linfa vitale ad ogni genere toccato, con degli accorgimenti più che geniali. Una delle cose più interessanti viste nell’intera pubblicazione è l’approccio che Seifert, lo scrittore, adotta per affrontare ogni caso proposto all’interno dei dieci numeri che compongono il lavoro.

Brandon Seifert per creare una trama solida si affida a quello che probabilmente resta il più grande scrittore di horror mai esistito (insieme ovviamente a Edgar Allan Poe), Howard Philips Lovecraft. Mossa sicuramente rischiosa; tante sono state le cose scritte ispirandosi a Lovecraft anche all’interno del mondo del fumetto e davvero poche sono risultate valide. L’autore prende tutto il pantheon dei Grandi Antichi creato dallo scrittore statunitense, ne cambia qualche accenno e li usa per porre le basi del proprio lavoro. Gli Archeonti, essere alieni multitentacolari, sono il motore scatenante delle vicende. Arrivati sulla Terra molto prima della comparsa dell’uomo, hanno piegato la fisica a proprio piacere e si sono poi celati e sopiti, in attesa del giusto momento per scatenare l’apocalisse.

L’incipit quindi è fortemente ripreso dallo scrittore e gli stessi esseri sembrano appena usciti dalle pagine più spaventose del Necronomicon, ma allora dov’è la genialità? Sta nel modo in cui da questo punto di partenza si snoda completamente tutta la vicenda. La magia è sovrannaturale, ma il sovrannaturale da dove nasce? È questa la spiegazione che fa comprendere la genialità di Witch Doctor: tutto il comparto sovrannaturale parte proprio dagli stessi esseri sovracitati, ma non perché ci sia qualcosa di santo o demoniaco in loro, “semplicemente” viene tutto scatenato da i vari batteri, anch’essi alieni, che le creature si sono portate dietro. Ciò che fa nascere il misticismo e tutto quello che ne segue non sono altro che i parassiti presenti sulle entità multitentacolari. È tutta colpa della loro flora batterica.

Parassi, tenie, batteri, sono i portatori del morbo mistico. Svariati autori hanno puntualmente approcciato le visioni magiche ed orrorifiche come un qualcosa scatenato da entità mistiche, superiori e divine e pochissimi hanno fatto il contrario. L’autore ci mette di fronte ad un dilemma, in maniera molto semplice: e se tutta la flora e la fauna magica non fossero altro che agenti patogeni alieni mutati al contatto con l’essere umano? È per tale motivo che in tutto il fumetto non c’è una netta differenzazione tra magia e medicina, ed anzi, quello che si va a creare è una vera e propria branca a se stante, definibile come medicina sovrannaturale, che affronta casi di vampirismo, possessioni e trasformazioni varie, ma lo fa approcciando sempre il tutto con il metodo scientifico, analizzando ogni caso come si farebbe con una sindrome conosciuta ma di cui ancora si devono scoprire i segreti. Da tutto ciò emerge la prorompente figura di Vincent Morrow, dottore in medicina e in magia, il quale unisce all’interno di un singolo entrambe le cose, risultando estremamente carismatico ed eclettico.

 

Ciò che viene fatto con i personaggi, come lo stesso incipit, non è nulla di nuovo: abbiamo un protagonista, Morrow, fortemente sopra le righe destinato a compiere una missione molto più grande di lui per cui è stato prescelto; un aiutante, Gast, di buon cuore e con qualche segreto, che oltre a risolvere situazioni complesse e a mostrare una spiccata intelligenza cerca di mettere ordine nella vita del proprio capo, tentando di modificare il suo atteggiamento spigoloso e chiuso. Infine troviamo Penny, una delle creature studiate dal dottore che ha preso possesso di una giovane ragazza, la quale è ancora presente all’interno del corpo che condivide con il mostro. Nulla di nuovo nelle basi, come dicevamo, ma la genialità sta nelle varie caratterizzazioni dei personaggi e nel modo in cui questi si riescono a rapportare e a confrontarsi. Nel caso del protagonista troviamo un’insieme di molte sfaccettature, le quali essendo amalgamate nel modo migliore riescono a dare un personaggio di grande caratura e carisma. In Morrow troviamo intelligenza, genialità e spavalderia. Risulta essere divertente, spiritoso ed estremamente irritante allo stesso tempo. È consapevole della vastità dei propri poteri e del proprio genio ma riesce a non isolarsi rapportandosi in maniera comprensibile con quasi ogni essere che si trova davanti. Sotto la facciata sagace e sarcastica presenta una profonda tristezza nonché paura nei confronti di ciò che deve puntualmente affrontare ed il timore di non essere all’altezza del compito finale per cui è stato designato.

In dieci numeri Witch Doctor, come già dettoriesce a riportare freschezza in un due diversi generi con un lavoro ottimo sotto ogni aspetto. Il comparto grafico, curato da Lukas Ketner che trova in Andy Troy la migliore colorazione, si adatta come un guanto all’andamento della storia, migliorando di numero in numero, con una cura più che minuziosa nella realizzazione delle varie creature, le quali risultano estremamente affascinanti nonché perfette nel loro essere abomini.

Seifert e Ketner uniscono tutto ciò che c’è di buono nell’horror e nello sci-fi. Dentro un singolo lavoro troviamo credenza popolare, miti, leggende, letteratura e cultura pop. Ci sono serie tv, c’è Dottor Strange e gli anni ’60 con la loro fantascienza horror, c’è comicità unita a dinamiche conosciute ma mai scontate. Gli autori riescono ad essere minuziosi in tutto, creando addirittura un linguaggio medico apposito per definire le varie patologie sovrannaturali con tanto di glossario che spiega con precisione ogni idioma usato dal medico stregone, creando un coinvolgimento ancora maggiore nello spettatore. Viene costruito un mondo plausibile che si sostiene su solide basi ed in cui nulla è lasciato al caso.

Unica possibile pecca è che Witch Doctor, il quale conta dieci pubblicazioni americane (più un numero zero), editi in Italia da saldaPress in due volumi dall’impeccabile formato, risulta essere ormai fermo dal 2013. Lo stesso Seifert ha affermato a più riprese che al momento non è in grado di riuscire ad accumulare abbastanza budget per produrre un nuovo story arc. Il dispiacere in questo caso è moltissimo, in quanto speriamo davvero che un prodotto del genere possa avere un continuo, visto il potenziale sprigionato in così pochi numeri, magari anche attraverso un crowdfunding. Se credete che generi magici, orrorifici e fantascientifici non possano dare più nulla avete l’obbligo morale di leggere Witch Doctor e ravvedervi di fronte ad un lavoro tanto minuzioso, quanto fresco ed accattivante. Lasciarsi scoraggiare dalla troppa vastità di materiale tutto uguale potrebbe farvi perdere perle del genere che rimpiangereste sicuramente.

I volumi sono disponibili presso lo store saldaPress al prezzo di 13,50€ (vol. 1) e 15,90€ (vol. 2).


Comments are closed.

Caricando...