#Netflix / Star Trek Discovery s01e04

Davide La Rosa

Ecco un’immagine di questo episodio.

Sì, a ‘sto giro abbiamo visto un pezzo di “Dune”. Ancora, di “Star Trek” si è visto poco o niente.

La cosa più difficile di questa puntata, è stato, andare oltre il minuto 3 dove si parla, con serietà, del “Motore a spore che ci porta in QUALUNQUE posto dell’universo conosciuto”. SIGH… ok,  anche LOL ma soprattutto SIGH!

Comunque. La storia è questa. Nello scorso episodio (quello che, in realtà, era Alien), catturano un mostro resistente a tutto. In questa puntata devono studiare questo animale per scoprire come fa a uccidere così facilmente i Klingon. Nel frattempo succede che la Discovery deve andare a salvare della gente, attaccata dai Klingon, in una miniera. Solo che sono lontanissimi. Ma loro hanno il motore a spore che li porta dove vogliono (a questo punto uno si domanda: perché dovrei costruire astronavi se ho ‘sta cosa che mi porta dove voglio). Il motore funziona ma hanno bisogno di una mappa, che non trovano. Per fortuna si scopre che il mostro, che in realtà è un tardigrado gigante (lol), è un navigatore che, collegato al computer, sa manovrare le spore per spostarsi ovunque, nell’universo conosciuto… come Dune, appunto.
Sarò troppo criticone io ma non ci siamo per niente. Non capisco come potrà migliorare ‘sta cosa.

Cose che mi sono piaciute:

-L’astronave, sia dentro che fuori, mi convince sempre di più. Purtroppo hanno una tecnologia troppo elevata per essere ambientata 10 anni prima della serie classica (monitor olografici, ologrammi, ecc).

-Forse c’è una mezza storia d’amore gay tra due Klingon, questa potrebbe essere interessante. Ma per ora si capisce solo che si piacciono, c’è tensione, ma nulla più.

Per oggi è tutto… anzi no, voglio girare il mio sordido dito nella piaga.

“Motore a spore che ci porta in QUALUNQUE posto dell’universo conosciuto”.

 

EDIT: Mi hanno fatto notare che i due Klingon gay non sono gay. Nel senso: uno dei due in realtà è una femmina. Colpa dei sottotitoli che si riferivano a quel personaggio usando il maschile. Mi scuso per l’errore. Ed ecco che una delle poche cose decenti di questa serie è andata in fumo… PUF, sparita… peccato non sparisca anche il “Motore a spore che ci porta in QUALUNQUE posto dell’universo conosciuto”.


Comments are closed.

Caricando...