#StarWars / La maledizione di J.J. Abrams

Daniele D'urso

Damon Laurence Lindelof è sceneggiatore, produttore televisivo e fumettista statunitense, noto soprattutto come co-creatore, produttore e sceneggiatore principale di Lost e per la sua grande amicizia con J.J. Abrams con cui ha lavorato a stretto contatto per diversi anni.

In una recente intervista per Hollywood Reporter ha parlato della sua lotta contro la depressione durante i primi anni della sua carriera e del perché non abbia partecipato al progetto del settimo capitolo di Star Wars:

J.J. ha dovuto raccogliere l’eredità di George Lucas e di Michael Arndt – ciò a cui stavano lavorando – e poi si è unito a Larry Kasdan per la storia sotto la supervisione di Kathy [Kathleen] Kennedy, una delle più grandi produttrici nella storia. Quindi, prima di tutto, non c’è stato il bisogno di chiedermelo; e secondo, ero troppo occupato con la prima stagione di The Leftovers e con Tomorrowland, perciò a volte mi dico che non me l’ha chiesto perché sapeva che ero completamente oberato di impegni.

Ha poi lasciato delle affermazioni che ci hanno incuriosito e non poco; infatti secondo lui la stretta amicizia con J.J. è  pari ad una maledizione, e il perché è presto detto:

Quando J.J. mi ha parlato del settimo episodio, ha cercato di raccontarmi le sue idee. Io gli ho risposto: ‘Non voglio sapere nulla. Voglio godermi questo film da fan. È un po’ una maledizione conoscerti; sono tuo amico, adoro i tuoi film, e tutti presumono che sappia tutto. Per gli ultimi due anni è stato un continuo: “Che sai di Star Wars?” e io ho dovuto rispondere: “Non so nulla, sono tanto cieco quanto voi”.

 

0

Comments are closed.

Caricando...