#StarWars / Rian Johnson chi? Chi è il regista di Episodio VIII

Manca davvero poco all’uscita del prossimo capitolo della saga di Star Wars, “Episodio VIII: Gli ultimi Jedi“, il nuovo ambizioso progetto della Disney procede infatti a gonfie vele, visto il successo sempre crescente del franchise.

Il Risveglio della Forza, diretto da J.J. Abrams, non si è distinto particolarmente per l’ originalità, molti fan, ma anche lo stesso George Lucas, hanno criticato la mancanza di coraggio, la paura di voler osare.
Sicuramente la produzione ha giocato un ruolo molto importante in questo, la reazione che la maggior parte degli spettatori ha avuto verso i prequel è stata di puro sdegno; naturale quindi che volessero fare di tutto per evitare una situazione simile, il messaggio di Episodio VII è stato chiaro: si deve tornare alle origini.

Certo è che per quanto riguarda la storia, il settimo capitolo più che sviluppare ci ha dato un punto di partenza, ora le cose si fanno interessanti, specialmente sapendo che a dirigere il prossimo capitolo è nientemeno che Rian Johnson.

Classe ’73, ha di recente acquisito grande fama con la regia di “Looper” e di alcuni episodi dell’acclamata serie “Breaking Bad“, tuttavia nulla può farci capire meglio il regista che la sua opera prima: “Brick: Dose Mortale“.

Difficile inquadrare quest’opera in un genere, è una sorta di storia noir intrecciata con la commedia da liceo americano; scritta, diretta e montata da Rian, scardina il conosciuto e quasi opprime per il forte senso di straniamento che la permea. Una scelta non convenzionale quindi, in linea con una delle maggiori influenze del regista: “Cowboy Bebop“, anime fantascientifico anch’esso piuttosto eclettico, una miscela di stili che ha conquistato la critica internazionale.

Mr, Johnson cita Roman Polanski, Stanley Kubrick e i fratelli Coen come le sue maggiori fonti di ispirazione, di certo paiono come buone premesse, specialmente per chi è nella situazione di dover innovare senza scontarsi con il gusto classico di Guerre Stellari.
Gli Ultimi Jedi” infatti non sarà un secondo capitolo cupo, come nelle classiche trilogie, il tono resta quello di un’avventura Disney d’altronde, possiamo solo confidare che sappia stupirci come Lucas è sempre riuscito a fare, nel bene e nel male.


Comments are closed.

Caricando...