#Supergirl / 2×05 – Crossfire

Redazione Geek Area

Non è un caso, a mio parere, che in questa puntata di Supergilr proprio 24 ore prima dell’election day negli USA vengano affrontati temi di grande attualità dall’altra parte dell’Atlantico.

Ci si trova a vedere un telefilm in cui per 40 minuti si parla del triste problema della circolazione delle armi e sentiamo nominare il secondo emendamento della costit

uzione statunitense. In Crossfire le armi sono grandi, potenti, pericolose e aliene. E ovviamente in mano alle persone sbagliate, contro cui Supergirl deve misurarsi ma soprattutto evitare vittime civili e danni collaterali.

Si parla della paura che ha avvelenato il ventesimo e il ventunesimo secolo: il razzismo. Non quello becero e sbracato, ma quello mormorato e velenoso che porta persone razionali e istruite (per fare un esempio non a caso dei giornalisti) ad avere timore del diverso, li porta ad etichettarlo e a fare scelte addormentando la propria coscienza.

Si parla di strumentalizzazione della verità. Cadmus nel portare avanti la sua campagna anti alieni si comporta esattamente come un qualsiasi politico populista: usa i media per gonfiare di mezze verità e calunnie le orecchie dell’opinione pubblica.

Si parla di omosessualità e coming out, della paura di riconoscere davanti a se stessi quello che si è.

Tutto questo quasi mette in secondo piano le vicende dei protagonisti, che si trovano di fronte a scelte difficile che avranno serie ripercussioni sulla serie. Un esempio su tutti è Jimmy Olsen, cui il ruolo di direttore della CatCo sembra stare molto stretto.


Comments are closed.

Caricando...