#Supergirl / 2×21 – Resist

Luigi De Meo
La strana collaborazione tra Lena e la Regina Rhea di Daxam ha portato alla creazione di un portale che i daxamiti utilizzano per invadere la Terra con migliaia di navi da battaglia. Isolati dal resto del pianeta, con Martian Manhunter fuorigioco e impossibilitati a chiedere aiuto le sorelle Danvers si troveranno costrette ad accettare l’alleanza tra il D.E.O. è L’A.R.G.U.S. per tentare di liberare Mon-El e Lena prigioniere di Rhea sulla nave madre.
Resist poteva e doveva essere la puntata in cui il climax della stagione toccava il punto più alto grazie soprattutto al tema trattato e al fatto che per il gran finale ci sono alcuni graditissimi ritorni (speriamo in pianta stabile) nel cast, uno su tutti Cat Grant. È un peccato che tutto questo potenziale non sia stato affatto sviluppato e anzi questa prima parte di storia (la puntata è un to be continued…) risulta essere piuttosto noiosa e prevedibile.
L’unica nota positiva è Calista Flockhart che recita un metro sopra lo standard qualitativo del resto del cast. La CW da quest’anno, soprattutto con le sue serie sugli eroi DC Comics, sembra essersi schierata politicamente su posizioni democratiche e ultra liberali ( dopo le ultime elezioni la politica in America è ovunque) e dopo aver visto trattare non solo in Supergirl ma anche in Arrow, Flash e Legend Of Tomorrow di temi quali i rifugiati, il controllo delle armi e la libertà personale proprio per bocca di Cat Grant viene lanciato un messaggio alla popolazione ( e agli spettatori) che sembra una critica alla campagna elettorale repubblicana più che un messaggio a resistere agli invasori alieni

 


Comments are closed.

Caricando...