#The Flash / 3×03 – Magenta

Luigi De Meo

Mai avuto a che fare con l’uomo più intelligente del mondo? No? troppo difficile? Ve ne faccio una facile: Mai avuto a che fare con un genitore sull’orlo di una crisi di nervi? Ecco. E con tutti e due insieme? Contemporaneamente?

E’ quello che succede a Barry in questa terza puntata di The Flash quando due graditi ospiti (Harrison Wells e la figlia Jesse) decidono di tornare sulla nostra Terra.

Jesse “Quick”, dopo l’esposizione alla materia oscura subita nella scorsa stagione, è diventata una velocista (ed era anche ora ha esclamato il sottoscritto). Harrison Wells però non è d’accordo. E nel mentre Alchemy continua a risvegliare il potenziale di chiunque. E la vittima designata questa volta è una ragazza che genitori veri non li ha mai visti.

La figura paterna di Wells, così maniaca del controllo ma anche così fragile nel profondo, è forse la meglio riuscita di tutte quelle presenti nella serie, ed è un titolo ben difeso. Il rapporto tra padri e figli, il desiderio dei primi di proteggere i secondi (o la completa assenza di questo desiderio) e l’inarrestabile e distruttiva sete di indipendenza dei secondi formano in questi 40 minuti un bel quadro, molto umano, che rimbalza con efficacia tra le varie coppie di personaggi senza essere troppo noioso.


Comments are closed.