#TheAnswers / Vuoi davvero conoscere le risposte ad ogni domanda riguardo tua vita?

Mirko Tommasino

Sono ossessionato dalle scelte e dalle loro conseguenze prossime o future. Paradossalmente, fino a poco tempo fa questa fissa non mi ha impedito di essere una persona impulsiva, anzi. Ho compiuto scelte più o meno buone ragionandoci su solo pochi minuti, lasciando che spesso fosse l’istinto e l’emotività a guidarmi.

In passato queste scelte mi hanno portato paranoie durate giorni, o addirittura settimane. Per mitigare la paura di aver compiuto la scelta errata ho iniziato ad immaginare gli infiniti universi possibili derivati dalle possibilità scartate. L’idea era autoconvincermi di aver optato per l’unica soluzione praticabile, quindi di aver delegato all’assenza di valide alternative la scelta appena compiuta. Nei quadri scartati spesso le conseguenze erano catastrofiche, affinché potessi legittimare ogni scelta di volta in volta.

Le scelte migliori sono state quelle compiute in piena consapevolezza, in cui non ho immaginato altre possibilità e relative conseguenze astruse. Seppur dominato dalle emozioni, ci sono state alcune scelte che non mi hanno portato conseguenze come quelle appena elencate, anzi, tutt’oggi le vivo con serenità a prescindere dai loro risultati. Per questo motivo le reputo le migliori della mia vita.

The Answers è un corto prodotto da Michael Goode (autore e regista) e Daniel Lissing (autore e attore), racconta la stretta correlazione tra vita, morte e perdita dell’amore.

Il protagonista ha subito un incidente e si trova in una stasi tra la vita e la morte. In questo luogo ha accesso, per otto minuti, ad una serie di risposte a qualsiasi domanda riguardo la sua vita.

La prima metà delle domande è decisamente curiosa, probabilmente rappresenta buona parte delle domande che faremmo anche noi in una simile situazione. Basterà una domanda ben precisa a cambiare tutto, stravolgendo completamente la percezione che ha il ragazzo della sua esistenza appena terminata.

Otto minuti per raccontare una delle più grandi paure di tutti noi.

Capolavoro, senza ombra di dubbio.

Qui la pagina Facebook, in cui trovare maggiori informazioni e l’elenco di tutti i premi che ha vinto.

Buona visione.


Comments are closed.