#Tunué / The Grossi Gang: Dal fumetto al film

Francesco Sinisi

È da tempo, ormai, che siamo abituati a trasposizioni cinematografiche di fumetti: quelli che oggi chiamiamo con piglio americano ‘cinecomics‘ sono appuntamenti fissi quasi mensili sul grande schermo; alcuni ci soddisfano, altri meno, altri addirittura arrivano in serie tv direttamente nelle nostre case.

Ce ne sono alcuni, poi, che già sul nascere suscitano orgoglio (per la produzione e l’origine tutta italiana) e curiosità, proprio come The Grossi Gang, film tratto dal graphic novel Il brigante Grossi e la sua miserabile banda, di Michele Petrucci, edito dalla Tunuè.

Per la produzione del suddetto film, è partito un crowdfunding su Kickstarter; sentiamo direttamente dalla casa editrice di cosa si tratta:

È da poco partita su Kickstarter la campagna crowdfunding per sostenere The Grossi Gang, il film tratto dal graphic novel Il brigante Grossi e la sua miserabile banda, di Michele Petrucci.
Il film, che sarà diretto da Claudio Ripalti, è basato sulla storia a fumetti scritta e disegnata da Michele Petrucci, che ha realizzato gli storyboard per la versione cinematografica, pronta a restituire tutte le vicissitudini della banda di briganti che, nelle Marche del 1860, provò a ribellarsi con la forza al clima di ingiustizie e totale mancanza di democrazia, guidato da un bracciante nullatenente di nome Terenzio Grossi.
Potete supportare il progetto QUI

A seguire la sinossi della pellicola:

Una storia vera quasi dimenticata, vicende tramandate oralmente per generazioni sullo sfondo di una terra difficile, le Marche, e che hanno tutti i connotati epici e romantici per poter intrattenere il grande pubblico internazionale. Un’emblematica banda di briganti che nel 1860 mise a ferro e fuoco la provincia di Pesaro e Urbino con omicidi, grassazioni, violenze e furti d’ogni tipo, guidata da un capobanda fiero e irriverente, uno che ha alzato la testa in un momento in cui tutti tacevano. Una storia che parla di uomini destinati a cambiare la storia, poi dimenticati. Che grazie a te potrebbero tornare a parlare.


Comments are closed.

Caricando...