#Valiant / Shadowman: Paura, Sangue e Ombre

Fabrizio Mancini

Jack Boniface ospita il Loa Umbra, ma non è in grado di controllarlo, si risveglia tra i cadaveri nei bui vicoli di New Orleans, a vomitare, senza ricordare nulla. Umbra è un esiliato dal Pantheon vodoo, e ora è a caccia degli altri come lui, per ritornare nel Pantheon. Usa Jack come un burattino, il giovane Boniface deve combatterlo non solo per diventare un vero Shadowman, ma per sopravvivere.
Jack e Umbra lottano per il controllo. Jack deve sbrigarsi, poiché i Fiancheggiatori, creati per assistere i Boniface che ospitano il Loa, non sono contenti di lui e hanno un piano per togliergli il Loa, ma per farlo dovranno uccidere Jack.
Non manca però un altro problema. Esistono molti altri Loa a New Orleans, i Loa a cui Umbra vuole dare la caccia, neanche loro sono molto felici, e vogliono colpire Umbra una volta per tutte.
Apparentemente può sembrare che la soluzione possa essere l’amore, Alyssa è innamorata di Jack, ma anche lei si trova in una pessima situazione poiché il suo mentore, Dox, l’uomo che per richiesta di Josiah, padre di Jack e precedente Shadowman, doveva proteggere sua moglie e suo figlio, è stato ucciso proprio da Jack, o meglio da UmbraAlyssa pensa quindi di poterlo aiutare, come l’amore di Sandria salvò e spinse Marius Boniface, il primo Shadowman, a controllare il Loa (vedi la recensione di Shadowman: Blues nella Zona Morta)

Questa storia però parla di bullismo, non del classico bullismo da scuola, ma lo importa in una situazione più ampia, di vita, creando parallelismi tra i vari punti di scontro. Di come le prepotenze nella vita nascondano la debolezza interna di chi le compie. Le dinamiche si incrociano con tutti i personaggi, mostrandoci continuamente questa situazione di prepotenza e di vittima, e il responso è sempre quello: reagire. Peter Milligan crea dei testi semplici ed efficaci per una storia intrigante. I disegni del madrileno Roberto Della Torre sono oltre ogni dire, dei quadri densi di potenza, dinamismo e angoscia che magnetizzano l’attenzione del lettore.

Shadowman è quella testata Valiant che forse sembra staccarsi dalle altre, ma vi coinvolgerà nel suo mondo oscuro, violento e affascinante che è pregno dei significati che Valiant propone


Comments are closed.