#Wilder / Australia #2 – Alleanze, di Leonardo Favia e Simone Di Meo

Redazione Geek Area

Tra i webcomics proposti da Wilder, Australia è una di quelle che ho atteso maggiormente. Leonardo Favia e Simone Di Meocatapultano il lettore in un’Australia figlia di una guerra mondiale che ha sconvolto gli usi e i costumi dei popoli. Isolata dal resto del mondo, la terra dei canguri si è assestata su una vita assimilabile al far west ottocentesco. Ad eccezione di sette città (tra cui Perth, dov’è ambientata la storia) che garantiscono uno stile di vita moderno e sicuro, il resto della nazione si trova in condizioni ben peggiori, che la gente fa fatica a descrivere.

2055: dopo il collasso della società civile, in seguito a una guerra di classe che ha raggiunto la scala mondiale, l’Australia civilizzata è composta da sette città, unici avamposti che garantiscono una vita sicura nel caos che si è scatenato nel resto del mondo. L’agente Somerset Maugham, assistito dalla recluta Felton, si trova a Perth per indagare su un misterioso omicidio, probabilmente a opera di terroristi che vogliono far saltare in aria le mura che difendono la città dal caos che allunga la propria ombra dall’Outback.

In apertura del primo capitolo, dopo una contestualizzazione storica, vediamo arrivare alla stazione di Perth un Agente Ombra dell’ ASIO (Agente Speciale Maugham), accolto dall’agente Felton. Nel dialogo tra i due appare chiaro che c’è un forte divario tra Perth e le altre sei città, risultando a conti fatti l’ultima in ordine di importanza. Il primo capitolo porterà i due a valutare su un caso di omicidio insoluto: è stato trovato il cadavere di uno scienziato proveniente da Darwin (una delle sette città), tarsferitosi a Perth diversi anni prima. Il cadavere del professor Hooper (questa è l’identità della vittima) nasconde un segreto che rende ancora più complesso il caso, suscitando reazioni opposte nei due agenti coinvolti. Il primo capitolo si chiude con l’arrivo di un misterioso ragazzino. Il secondo capitolo, Alleanze, oltre ad approfondire il personaggio appena introdotto (rendendolo elemento chiave della storia) introdurrà un altro comprimario, il sindaco di Perth.

Un aspetto importante che contribuisce a rendere la tridimensionalità dei personaggi è sicuramente il rapporto degli abitanti con la morte. Il mondo esterno alle città è visto come un luogo pericoloso, brulicante di criminali (motivo per cui il convoglio che trasporta l’ispettore nel primo capitolo non può permettersi di avere aperture verso l’esterno). All’interno della città, invece, la morte sembra essere inconsueta: durante l’autopsia del cadavere, l’agente Felton reagisce con stupore e fastidio alla vista della ferita mortale inflitta allo scienziato, sottolineando che si tratta del secondo cadavere che abbia mai visto in vita sua. Questo dialogo ci fornisce lo spunto verso un uso della popolazione: il Duello. I ragazzi di sedici anni sono obbligati a scontrarsi tra loro fino all’ultimo sangue per guadagnarsi il diritto di permanenza in città. Proprio questo aspetto, date le vicende del secondo capitolo, sembra essere il filo conduttore dell’intera narrazione della serie, staremo a vedere.

Leonardo Favia e Simone Di Meo confezionano un prodotto che si legge con piacere e rapidità, con disegni molto fluidi. Dopo una prima fase di presentazione dei personaggi, la storia raccontata sembra essere giunta ad un punto di svolta. Staremo a vedere nelle prossime settimane.

Il primo capitolo è già disponibile nella sezione dedicata ad Australia su Wilder, mentre il secondo capitolo sarà consultabile gratuitamente a partire dal 7 febbraio.


Comments are closed.

Caricando...