#Wilder / Wilderworld: Prologo – Un Wilder non basta

Filippo Garofalo

Sei mesi.

Ci sono voluti solo sei mesi per una semplice W a conquistare il web, costruendosi il suo piccolo ma molto efficace impero. Jacopo Paliaga e French Carlomagno creano Wilder, etichetta indipendente che permette a esordienti e non, di raccontare una storia tramite il formato del webcomic. Una bella scommessa per loro e per tutto il roster di autori che si sono candidati. Riesce. Wilder esordisce con ben quattro serie mensili, seguite poi dall’aggiunta di Aqualung e Vivi e Vegeta al loro catalogo: Australia, Elliot, Black Rock e Il Cuore della Città. Più tardi viene creata anche la sezione One-Shot, inaugurata da Albhey Longo con Restart. Giungiamo dunque qui.. a questo momento catartico e credo anche un po’ rivoluzionario per il webcomic, perchè “un solo mondo non basta“. È troppo stretto. Meglio allargarlo con… WILDERWORLD. Il primo (?) crossover realizzato che coinvolgesse webcomic molto diversi tra loro, ognuno a modo suo particolare e con la propria tematica.

Abbiamo avuto il privilegio di leggere in anteprima WilderWorld: Prologo, capitolo introduttivo che pone le basi per il megaevento e ci stuzzica non poco con delle rivelazioni alquanto inaspettate. Un’Osservatore dalle sembianze robotiche scruta il Multiverso in attesa di trovare gli elementi giusti per il suo scopo ultimo. Quali mondi? Quanti mondi? Wilder infatti, oltre a realizzare serie palesemente ispirate al formato americano, sfrutta il concetto di Multiverso per ingigantire ancora di più la portata di tale etichetta. Il Prologo incuorisce molto. Finisce in fretta, ahimè. Apparecchia la tavola per quel che verrà, seguendo il galateo anche troppo bene. Cosa verrà dopo non vediamo l’ora di scoprirlo. Quale assurda e intricata trama hanno pianificato quelle menti oscure che si celano dietro Wilder? Maledetti!

Ne approfitto per fare una riflessione. In un mondo in cui il materialismo e l’egoismo più sfrenato impazzano, Wilder ha avuto la capacità e la professionalità di raccogliere un roster di autori che, GRATUITAMENTE,  si sono sottoposti all’immenso lavoro che c’è dietro la stesura di un fumetto, dalla sceneggiatura ai disegni, ai colori per arrivare infine al lettering. Non è cosa da poco per un gruppo di persone che lavora ogni settimana per fornirci materiale validissimo e molto al di sopra della media. WilderWorld rappresenta per l’etichetta, ma anche per ognuno di loro, un traguardo molto importante. La fine di una prima stagione ricca di azione, colpi di scena e dramma. Il perfetto finale di stagione e l’inizio di un secondo arco narrativo nuovo in cui sicuramente verremo sopresi con altre serie e altri autori. Personalmente ammiro molto il lavoro che l’etichetta ha svolto, soprattutto l’obiettivo che, fin dall’inizio si è prefissa:

Perché se ognuna delle nostre serie avesse avuto un proprio sito web e una propria pagina Facebook, se gli autori avessero dovuto promuovere il proprio lavoro da soli, ci sarebbe stato un inutile dispendio di energie per una quadrupla fatica. E, chissà, probabilmente chi avrebbe seguito una serie non ne avrebbe seguita un’altra.

L’unione fa la forza, giusto?


Il concetto su cui si fonda Wilder è molto altruista e dona una sensazione di “web family” facilmente trasponibile nella vita reale. Dunque, da parte mia, e da tutta la redazione di Geek Area, ci sta un sano e potente GRAZIE!

Detto ciò, tenetevi pronti all’acquisto di WilderWorld: Prologo, in anteprima al BGeek di Bari dal 9 all’11 Giugno e disponibile per l’acquisto online su http://wilderonline.bigcartel.com/product/wilderworld.

WilderWorld: Prologo è scritto da Jacopo Paliaga, Dario Sicchio, Leonardo Favia, Capitan Artiglio, Andrea Gagna e Francesco Savino, disegnato da French Carlomagno, Jacopo Vanni, Giorgio Amou Mrad, Oscar, Francesco Mortarino, Giulio Rincione e Ludovica Ceregatti, colorato da Adele Matera, Francesco Segala, Giorgia Lanza e Albhey Longo, per il lettering della sempre presente ed inesorabile Maria Letizia Mirabella.

 

 

 

 

 

 

So long Bubs! 


Comments are closed.

Caricando...