#FumettiDiCane – l’etichetta underground prende forma

Leonardo Cantone

Fumetti Di Cane è la nuova etichetta di fumetto underground fondata da Gianluca CaputoStefano Antonucci e si presenta, ora, con quattro volumi capaci che sin dal titolo condensano chiaramente la linea editoriale.

Il comunicato stampa, dichiara, infatti

FEDELI ALL’UMANITÀ, INDIPENDENTI DAGLI UOMINI
Facciamo fumetti da cani e per cani. Ma cani fedeli al genere umano più che alle persone.
Fumetti per umani dal palato spesso, fumetti per umani dallo stomaco di piuma.
Fumetti di sesso, di morte, di politica, di religione, di cose molto brutte e cose molto belle,
di questo tempo.
Un tempo da cani.

I titoli in questione sono Il Ruspa di Stefano AntonucciIl Futuro nei Denti di GiangioffIl Libretto Rosso del Trio Occhialuto Antifascista di Davide La Rosa e Post-Apocalittici di Fumeddy.

Di seguito il comunicato stampa:

STEFANO ANTONUCCI, AUTORE DI
QUANDO C’ERA LVI E IL PICCOLO FÜHRER
TORNA ALLA SATIRA POLITICA.

UN LIBRO PER BAMBINI ORRENDI.
La realtà non ha mai fatto così paura, per fortuna che Antonucci è uno simpatico.
(Dall’Introduzione di Alberto Bebo Guidetti de Lo Stato Sociale)

Il Ruspa è stupido e cattivo. Vive in una casetta in mezzo albosco insieme all’Umberto, un vecchietto che non si alza mai dal letto e si esprime a grugniti. Si sente molto infelice, perché sogna di essere amato da tutti ma non ha alcuna intenzione di migliorare il suo pessimo carattere. Che fare? Fortunatamente, con l’aiuto di un astuto Verme, riesce a costruire un’efficace attività di propaganda. Il piano è semplice: se il Ruspa non vuole diventare buono, dovrà convincere tutti gli altri a diventare cattivi.

Il Ruspa è la parodia de La Pimpa, storica cagnolina ideata da Altan, e più in generale dei fumetti per bambini, nel loro aspetto più fantasioso ed edificante. Ma i colori accesi ed il tono giocoso sono qui usati per descrivere il più atroce dei protagonisti, un aspirante dittatore senza alcuna capacità che affida alla propaganda del suo amico Verme il compito di manipolare l’opinione pubblica, così da ottenere amore (e potere) incondizionato. Ne emerge un’opera grottesca dal tono ferocemente satirico, tutta improntata sui paradossi, come quello in cui il Ruspa, per guadagnarsi l’alleanza dei Napoletani, individua un nemico comune contro il quale aizzarli: una giraffa, colpevole di non gradire la pizza.

Stefano Antonucci
È grafico editoriale e autore satirico.
Ha pubblicato per Shockdom, in coppia con Daniele Fabbri, Qvando c’era Lvi, Il Piccolo Fuhrer, Gesù La trilogia, V for Vangelo e Fascisti su Tinder, mentre per Feltrinelli, dopo aver pubblicato, Il timido Anticristo e al lavoro su nuovi progetti.
Il Ruspa è il suo primo libro da autore unico.
Auspica la pace nel mondo pur non ambendo a nessun premio di bellezza .

Il Ruspa: dimensione 22×22 cm cartonato. 64 pagine a colori. Prezzo: 10 euro
ISBN: 9788831298025

UN SUICIDIO FINITO MALE,
SESSO, PSICOFARMACI E ROCK&ROLL.
IL SORPRENDENTE ESORDIO DI DI GIANGIOFF!

Per come lo conosco io, Giangioff è quel tipo di ragazzo che gira di giorno con una spada di gomma per tagliare le teste ai passanti e inventare storie di cavalieri contro eserciti di zombie.
(Dall’Introduzione di Fumettibrutti)

Marco è uno studente universitario, ma vuole mollare gli studi. È un musicista, ma conosce solo due accordi e non sa
nemmeno come si chiamano. È un sognatore, ma si sveglia sempre più depresso e più spaventato dal futuro. Le cose iniziano ad andare meglio quando, nell’arco di poche ore, incontra una ragazza che gli piace ed un ragazzo che vuole organizzargli un concerto. Ma certe volte, anche se fai di tutto per liberartene, la sconfitta ti sta addosso come un vestito troppo stretto.

Giangioff aggredisce lo spazio bianco con dei tratti furiosi, da cui emerge tutto il disagio e la sofferenza di un’intera generazione. Il futuro tra i denti parla di rock, di droghe, di amori consumati in fretta, ma soprattutto di impossibilità di fare progetti, di sentirsi integrati, di risolvere i propri conflitti interiori. Un malessere profondo, che intacca ogni suo personaggio e dal quale non sembra esserci una via di fuga. Un esordio già molto maturo, di un giovanissimo fumettista che dimostra da subito fortissima personalità autoriale

Giangioff
Gianluca Giovannini, in arte Giangioff, ha 23 anni ed è uno fra i più promettenti autori italiani di fumetto. Ha pubblicato varie autoproduzione e parecchi fumetti sulla sua pagina
instagram. Il futuro nei denti è il suo primo libro.

Il futuro nei denti: dimensione 13×18 cm cartonato. 112 pagine B/N. Prezzo: 10 euro
ISBN: 9788831298001

SPERAVAMO DI ESSERCI LASCIATI ALLE SPALLE
QUESTA TRISTE PAGINA DI STORIA MA, PURTROPPO,
LO SPETTRO DEL FASCISMOÈ SEMPRE PRONTO A TORNARE.

Davide riesce sempre a farmi detonare dal ridere, anche quando non c’è niente da ridere. Tipo col fascismo.”
(Dall’Introduzione di SIO)

Pertini, Nenni e Saragat sono più vivi ed antifascisti che mai. Il loro ritorno è stato reso necessario da un altro ritorno, ben più indesiderabile: quello di Mussolini in persona, intenzionato a rifondare il regime ad ogni costo. I tre, come novelli Avengers, sventeranno ogni suo tentativo di restaurare il potere, provocando nel Duce una tale umiliazione da spingerlo, ogni volta, a farsi detonare.

Il Trio occhialuto antifascista raccoglie storie già presenti nel blog Mulholland Dave e materiale inedito. Tra citazioni anni ’90 e satira politica sferzante, si nasconde l’amara conclusione che il fascismo sia uno stato della mente più che un regime politico, e che come tale possa esistere in tutte le epoche e riadattarsi ad ogni contesto. Pertini Nenni
e Saragat lo hanno sempre saputo, per questo si sono rifiutati di morire ed anzi, combattono con forza il nemico comune. Ma quello di Davide La Rosa è anche un umorismo nonsense, e gli scontri avvengono nei modi più assurdi: come nell’episodio i cui Mussolini ha capito che per tornare influente come un tempo, deve scrivere una graphic novel che ne mostri l’animo tormentato.

Davide La Rosa
Davide la Rosa è nato a Como nel 1980 dopo Cristo. Nel 2005 apre il blog “Mulholland Dave” dove pubblica i suoi fumetti disegnati male. Da allora ha scritto e disegnato libri a fumetti per i più importanti editori italiani.
Morirà il primo mercoledì utile.

Il libretto rosso del trio occhialuto antifascista: dimensione 16×23 cm. 160 pagine a colori.
Prezzo: 14 euro ISBN: 9788831298018

POST-APOCALITTICI È LA RACCOLTA
DELLE STRIP UMORISTICHE DI FUMEDDY
AUTORE CHE FA DIVERTIRE, OGNI GIORNO,
PIÙ DI 100 MILA LETTORI SU INSTAGRAM.

Prendete un aspirante fumettista col cuore a pezzi, insicuro e impacciato.
Fatto?
Bene, ora affiancategli un sadico micetto blu senza scrupoli con l’unico sogno di
diventare il più grande fashion blogger di Instagram.
Fatto? Perfetto!
Non vi resta che mettervi comodi, allacciare le cinture e godervi l’inarrestabile serie di eventi che ne verrà fuori.

Un fumettista timido, impacciato e sfortunato con le donne incontra un gatto vanitoso e risoluto, che aspira a diventare un influencer su Instagram. Sembrerebbero la più improbabile delle coppie, ed invece vivranno una serie di assurde avventure, che renderanno il primo un po’ meno insicuro, il secondo un po’ più profondo.

Post-Apocalittici è la prima raccolta di vignette di FumEddy e costituisce una summa della
sua produzione artistica fino ad oggi. Le sue brevi storie sono spesso permeate di un umorismo frizzante e schietto, che non mancherà di divertire anche i lettori più giovani. Di tanto
in tanto però, l’allegria esuberante lascia il passo a momenti intimi ed introspettivi, in cui
l’autore mostra il suo lato più riflessivo.

Edoardo Testi
in arte FumEddy, nasce in Abruzzo nell’ormai lontano 1989.
Narra la leggenda che fuoriuscì dal grembo materno armato di matita, realizzando una
caricatura dell’ostetrica direttamente sulla placenta.
Da allora ha pubblicato Trumpolino per ManFont.
Questa è la sua prima raccolta.

Fumeddy – Post apocalittici: dimensione 16.5×16.5 cm cartonato. 160 pagine a colori. Prezzo:
15 euro ISBN: 9788831298032


Comments are closed.