#ManFont / Guida galattica per dogsitter

La Guida Galattica per Dogsitter di Virginia Salucci, edita da ManFont, è un’opera per chi ha cani e chi non ne ha.

I primi ringrazieranno Dio, perché appunto hanno nella propria vita una compagnia festosa e sbavante. I secondi si chiederanno perché diavolo non ne hanno ancora preso uno.
Il messaggio “cane è gioia” viene però portato avanti senza vuota retorica.

Non c’è mai un punto in cui l’autrice si metta a sviolinare a favore del miglior amico dell’uomo.
Virginia Salucci ci racconta una serie di esperienze lavorative da dogsitter, spaziando però anche in consigli per e giudizi sui padroni che incontra ogni giorno.
L’elemento che vi farà innamorare dell’opera è l’ironia dell’autrice, che porta sulle pagine sentimenti ed emotività dei cani, antropomorfizzandoli fino all’estremo.
A questo proposito impossibile non ridere con i consigli del Dr. Beagle, un beagle per l’appunto, con tanto di camice bianco e aria seriosa da fine esperto in materia.
Si ride dunque, ma si impara anche, perché vengono messi in discussione tanti pregiudizi e clichés sulle razze canine (uno su tutti il labrador giocoso e affettuoso) e ci viene insegnata la differenza fra le varie pettorine e collari che possiamo utilizzare per i nostri amici a 4 zampe.

L’autrice poi si apre al lettore e gli confida anche i momenti più complicati del suo lavoro.
Come quelle volte che si imbatte in quell’un per cento di cani che, invece di fare le feste, diffidano del dogsitter o quelle in cui l’amorevole bestia di turno decide di procurarsi danni su danni, giocando con i suoi simili, o semplicemente muovendosi con troppa incoscienza.
Un altro punto a favore di Guida galattica per dogsitter è l’estrema duttilità.
Si può leggere da zero a novantanove anni e i più piccoli possono divertirsi oltremodo nella seconda parte dell’opera, dove vengono rappresentate le diverse razze di cane, esaltando le caratteristiche più buffe di ognuna.

 C’è poi una parte in cui si possono ritagliare le pagine, ricavando di volta in volta il muso, le orecchie, la coda e così via, che più ci piacciono e comporre così la nostra razza personalizzata.
Guida galattica per dogsitter per me è definitivamente un , perché non c’è niente di meglio di ridere di gusto, mentre si impara qualcosa di nuovo.

 


Comments are closed.

Caricando...