#LaCorte / Ammiragli del Cielo Vol. 1: L’Isola Caduta / La recensione

Ammiragli del Cielo vol 1 Cover
Avatar

È uscito lo scorso novembre, per La Corte Comics, Ammiragli del cielo, nuovo lavoro di Manfredi Toraldo in collaborazione con il disegnatore Alessio Zanon.

Ammiragli del cielo: un vero e proprio universo narrativo.

Già alla prima occhiata si intuisce come ci si trovi di fronte a un vero e proprio universo narrativo, composito e articolato, ricco di differenti scenari e protagonisti, ognuno con precise e ben delineate peculiarità.
Attorno a Ertya, il “mondo di sotto”, gravitano otto isole, sospese nel cielo, ognuna identificata con un elemento naturale e al contempo magico e ognuna governata da un Ammiraglio, un totem che ne padroneggia l’elemento e ne controlla il potere come una divinità. Anche gli abitanti sono irradiati e in possesso di tale potere, se pur con intensità e capacità di controllo minore.
Le otto isole si identificano con il Fuoco, il Ferro, il Legno, la Luce, la Carne, la Terra, l’Aria e l’Acqua.

Ammiragli del cielo

Gli ammiragli di Fuoco Ferro Luce Legno

Arrivano i cattivi.

Un equilibrio e un’armonia raggiunti dopo un passato non esente da conflitti, che viene turbato quando giungono degli alieni, ribattezzati “Tatra”, i “fuori natura”, che distruggono e depredano i pianeti di ogni forma di vita per trarne nutrimento.
I Tatra imperversano su Ertya e giungono, tra le otto isole celesti, per prima su Tuli, l’isola del Fuoco, che, devastata, precipita nel mondo di sotto. Unici sopravvissuti allo schianto sono Cleastra, l’ammiraglio, e il giovane Agni, fratello di Hari, un luogotenente di Cleastra ucciso dagli alieni. A loro si unisce l’orco Sushna che, al contrario della truce apparenza, si rivela un essere dolce, pacifico, guaritore e telepate.

I tre intraprendono, non senza ostacoli e grosse difficoltà, il cammino che li conduca verso Kastha, l’isola di legno governata dall’ammiraglio Oreb. Nel frattempo, sulle altre isole viene percepita la disarmonia generata dalla caduta di Tuli. E si fa la conoscenza, oltre che di Oreb, anche di Kanaka, l’antico ammiraglio di Rauta, isola di Ferro, e di Jyotis, ammiraglio dell’isola di Luce.
Molto c’è da scoprire su questi quattro mondi, e sugli altri quattro ancora non svelati.Ammiraglio della luce

Sceneggiatura robusta.

Gli ingredienti per una storia di quelle che catturano il lettore e lo inchiodano alla lettura e all’attesa dei capitoli successivi ci sono tutti. Soggetto robusto, sceneggiatura dal ritmo ben cadenzato, di grande immaginazione, scenario di ampio respiro. I protagonisti fanno il loro ingresso in scena uno alla volta con carisma e con la giusta dose di mistero. I tempi con cui Manfredi Toraldo scopre le sue carte sono perfetti.
Nel giro di poche tavole l’autore pare veicolare un messaggio dalla carica ecologista e umanitaria: grazie a Sushna, Cleastra e Agni si accorgono dell’umanità degli orchi che, fino a quel momento, avevano considerato alla stregua di una specie animale. E si rendono conto di cosa voglia dire essere considerati “diversi”, “inferiori”, ora che sono loro ad essere cacciati e considerati “cibo” da una specie aliena.

Reparto grafico in armonia.

Al lavoro di scrittura di Manfredi Toraldo, si armonizzano benissimo i disegni di Alessio Zanon. Come si apprende dall’intervista che chiude il volume, i due hanno lavorato di grande intesa fin dall’inizio ed è evidente il risultato di tale affiatamento e di come l’uno si sia trovato a proprio agio con il lavoro dell’altro.

A suggellare l’armonia tra scrittura e reparto grafico, contribuiscono i colori di Lorenzo Berdondini che, con azzeccati cambi di tonalità e variazioni cromatiche, scandiscono e caratterizzano visivamente i diversi momenti narrativi e i differenti scenari in cui si svolge l’azione.

Un fantasy tutto made in Italy, che meglio non poteva partire e che lascia col fiato sospeso e con tanta curiosità nell’attesa dei capitoli successivi.

Ammiragli del cielo – Vol. 1 – L’isola caduta
Autore: Manfredi Toraldo
Disegni: Alessio Zanon
Colori: Lorenzo Berdondini
Editore: La Corte Comics – La Corte Editore
78 pagine, brossurato, colore
Data d’uscita: 14 novembre 2019
Prezzo di copertina € 12,90

Comments are closed.